Satyrnet.it

Olyver, un talento umile ed esplosivo!

Olyver è nato a Colleferro, un paesino in provincia di Roma, dove la sua passione è ancora vista come una cosa alquanto strana, ma lui è sempre stato una persona creativa e particolare fin da piccolo. Ha 25 anni ed è da 9 anni che pratica la sua passione per il cosplay. Il primo nickname di Olyver fu scelto unendo alcune cose che amava e tutt’ora ama: per primo abbiamo “Kimykitsune” Kimy è stato uno dei primi nick che ha usato da quando ha iniziato ad usare i social mentre Kitsune perchè ama le volpi e in giapponese suonava molto più interessante. Questo nick lo ha tenuto per molto tempo ed è ancora presente su tiktok mentre su instgram ha cambiato per vari motivi in “wheelelf” Unendo il cognome di un personaggio a cui è molto affezionato, in questo caso Mike Wheeler con la parola Elfo in inglese. Olyver  adora gli elfi e li trova delle creature davvero interessanti e affascinanti.

Fin da bambino Olyver ha praticato il cosplay senza sapere cosa fosse. Ricorda che gli piaceva vestirsi e interpretare molto i personaggi di cartoni animati oppure provare a “trasformare” il suo viso utilizzando nuove tecniche di make-up. Insomma lo trovava molto divertente! Quando scoprì cosa fosse il cosplay, non lo fermò più nessuno. Se vogliamo contare anche la primissima volta, dove era ancora un bambino (si parla del 2007), con degli amici ha cercato di fare il “cosplay” di una band musicale che seguivano assiduamente! Senza sapere cosa fosse il cosplay.. Ma quando riuscì ad entrare di più nella visione del cosplay (e si parla del 2010-2011) dove ha iniziato a cercare tutti i materiali e oggetti che servivano per rendere al meglio ciò che voleva interpretare, si accorse che era più di un semplice gioco ma che diventava sempre più una forte passione dove potersi esprimere al meglio e imparare nuove cose giorno dopo giorno.

Olyver ha realizzato davvero tanti cosplay con il passare del tempo e sicuramente aumenteranno ancora con l’uscita di nuove serie. Inoltre afferma che è appagante riprovare vecchi cosplay e dargli una nuova vita cercando di fare l’upgrade di accessori, parrucca, trucco e quindi riportare alla luce cose vecchie di cui non si avevano nemmeno foto. Non è abile nel cucire ma se la cava molto bene con il realizzare parrucche e prop per il proprio personaggio e renderlo sempre più accurato possibile. Olyver afferma che ci sarebbero tanti cosplay tra cui scegliere e il che è impossibile perché con ognuno di loro ha un ricordo importante. Soprattutto se si parla di amicizie o riscoprire se stessi. Grazie al cosplay ha capito molte cose su di lui e reso possibile una trasformazione o meglio una rinascita della sua persona! Grazie a questo hobby ha potuto avere, inoltre, l’occasione di conoscere splendide persone e sentirsi parte di una comunità dove poteva esprimere se stesso senza giudizi. Olyver  preferisce creare i suoi outfit piuttosto che acquistare i materiale, dopotutto, “craftare” da soli è appagante, ma lo è anche acquistare un accessorio già fatto se non se ne hanno le possibilità o manualità per realizzarlo.

Gli original sono una parte divertente del cosplay nella quale ci si può sbizzarrire a proprio piacimento. Ci sono molte persone che si stufano nel portare sempre lo stesso vestito per un personaggio e per questo iniziano a creare una versione originale! Lui stesso lo ho fatto e lo ha trovato davvero divertente! Olyver pensa che sia un ottima cosa soprattutto se si vuole dare un tocco ancora più personale al proprio cosplay. Personalmente gli piace comunque rimanere sempre coerente con alcuni aspetti del personaggio e non cambiare molti particolari ma bensì arricchirli.

Olyver è convinto che i Social abbiano avuto un impatto buono e negativo allo stesso tempo nella diffusione del cosplay. Sicuramente in buona parte hanno aiutato tantissime persone a trovare un posto sicuro per loro dove esprimersi al meglio. Ma su internet possiamo trovare più facilmente i “leoni da tastiera” che remano contro questo interesse e che possano ferire più facilmente qualcuno.

Dal punto di vista “industriale”, lui pensa che chiunque potrebbe avere riscontri e/o addirittura guadagnare con il proprio hobby! Ma che non sia una cosa facile da raggiungere. Nulla è impossibile , certo. Ma è davvero difficile! Gli piacerebbe che in Italia potessero esserci più occasioni dove sfruttare il proprio potenziale e che ognuno di noi nel profondo vorrebbe far vedere di cosa è capace! Ha collaborato con vari store sponsorizzando cosplay, lenti a contatto e parrucche e vorrebbe continuare ed espandere la cosa.

Olyver oltre ad essere un cosplayer è un wigmaker, realizza su commissione molte parrucche e cerca sempre di soddisfare le aspettative altrui! Ha ancora molto da imparare ma con il tempo sono sicuro che riuscirà ad apprezzare di più le sue capacità e lavori. Nel settore amici fortunatamente sono tutti cosplayer o comunque persone che conoscono questo mondo e non lo trovano “strano” e lo apprezzano.

Olyver è molto autocritico e molte volte rinuncia a fare dei cosplay che non reputa “alla sua altezza”. Cerca sempre di essere perfetto esteticamente e questo purtroppo molte volte non è una cosa positiva dimenticando che sta facendo questo per hobby e non per lavoro. Divertirsi è sempre al primo posto, ma anche sentirsi a proprio agio con quel che si indossa è importante per lui. Adora tantissimo realizzare video dove può essere molto espressivo! Gioca molto su questa cosa e lo fa sentire vivo ogni volta! Riesce a farlo grazie a tiktok dove posta molti contenuti cosplay per esprimere al meglio il personaggio che interpreta. Il cosplay è soprattutto questo.. divertirsi e sentirsi se stessi.

Molte volte veniva criticato perché lasciava e lascia tutt’ora i suoi piercing sul viso e tatuaggi sulle braccia quando fa cosplay. Purtroppo ad alcune persone non sono mai piaciuti questi particolari in un cosplay e hanno sempre cercato di fargli cambiare idea dicendogli di toglierli e nasconderli. Lui invece lo trova un modo per esprimere un lato personale “è un mio modo per dare un tocco personale al cosplay e un riconoscimento” E ovviamente non li toglierebbe mai solo perchè detto da persone esterne ed estranee. Molte volte si è sentito dire non era “canonico” o che “rovinavano il personaggio o il suo viso” ma non gliene è mai importato. Perché a lui piacciono e non crede che un piericing/tattoo possa rovinare un buon cosplay. Altre prese in giro le ha ricevute da persone non cosplayer che non capivano cosa fosse questo hobby e pensavano fosse una cosa infantile e stupida. Ma anche qui non si è lasciato trasportare dalle brutte dicerie e ha fatto ciò che lo rendeva felice.

Olyver ha visitato molte fiere in Italia e 2 fiere estere ma vorrebbe poterne visitare di più! Al momento la sua preferita rimane il DOkomi (fiera tedesca a Dusseldorf) per l’estero e in Italia Riminicomix e Lucca Comics & Games! Un aneddoto particolare e divertente che ricorda ancora molto bene è quando venne scambiato per il controllore del treno e delle persone gli chiesero di timbrare e acquistare loro dei biglietti. Probabilmente la confusione era dovuta a un orario molto mattiniero e perché indossava una divisa di un cosplay vagamente simile a quella di un controllore/guardia. Un altro aneddoto particolare e meno piacevole è stato quando numerose persone sono letteralmente saltate addosso a lui perché prese dall’euforia del personaggio che interpretava. A lui piace ricevere attenzioni, affetto e complimenti ed è sempre una persona amichevole e disposta ad aiutare e fare 4 chiacchiere ma preferisce sempre che gli venga chiesto se una persona voglia dargli un abbraccio o toccare un accessorio del cosplay. Trova sia sempre molto maleducato saltare addosso a qualcuno senza il suo consenso specialmente tra sconosciuti. Questo aneddoto gli è rimasto molto impresso perché non si aspettava che alcune persone potessero farlo sul serio e soprattutto perché ci si poteva accidentalmente fare male o rompere il cosplay.

Un consiglio che vuole dare a tutti i neo-cosplayer è concentrarsi su una buona parrucca acconciata! La parrucca è una delle prime cose da realizzare perchè con essa puoi far cosplay sia con versioni original che canoniche. Per lui è un accessorio importante. Quindi comincerebbe da quella!

Per approfondire il grande talento di Olyver vi invitiamo a vistare i suoi profili:

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet, noto per aver partecipato all'edizione 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay
Italiano".

Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 23 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Satyrnet.it e la sua community sono dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ha collaboratoro con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics, La Festa dell'Unicorno e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico, lavorando come freelance per le più importanti aziende entertainment globali.
Per info e contatti
gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti