Satyrnet.it

I primi 30 anni di Mirabilandia

Mirabilandia compie 30 anni! Il parco divertimenti dell’Emilia-Romagna, con una superficie complessiva di 850000 m², dei quali 550 000 occupati dal parco tematico, 120 000 dalla area acquatica e i restanti dai parcheggi, è il parco di divertimenti più grande d’Italia.

In questo speciale vogliamo raccontarvi un po’ la storia di questo meraviglioso luogo concepito inizialmente a fine anni ’80 per un progetto di Situr-Finbrescia, facente capo a Mario Dora (46%), San Paolo Finance (44%) e Publitalia ’80 (10%), è stato inaugurata ufficialmente il 8 luglio 1992. Un progetto nato mastodontico che cambiò l’ecosistema del quartiere Savio del comune di Ravenna (RA) per il quale furono costruite nuove svincoli autostradali e connessioni con la statale Standiana.

Nonostante questo investimento progettuale, Mirabilandia non ottenne immediatamente il successo sperato di circa due milioni di spettatori: all’apertura del 1992, in effetti, le attrazioni più importanti del parco erano solo, se così si può dire, il leggendario wooden coaster “Sierra Tonante” e le rapide “Rio Bravo“ circondate da mediocri giostre da luna park itinerante. Nel primo anno di vita, il parco ha ricevuto solo 600.000 ospiti, a 950.000 presenze nel 1993: uno start a rilento, tanto che nel 1996 si ipotizzò addirittura il fallimento del parco.

Per questi motivi, nel 1995, Mirabilandia passò di mano alla join venture tra l’imprenditore Casoli e la casa costruttrice Schmidt-Löffelhardt già proprietaria di Phantasialand. Questa nuova avventura imprenditoriale, concentrandosi sulle attrazioni e successivamente alla tematizzazione scenografica portò in breve tempo il parco a superare il milione e mezzo di visitatori. Nel 1999 che venne inaugurata la Baia dei Pirati, l’ingresso tematico di Mirabilandia, e alcune  delle attrazioni più iconiche di Mirabilandia tra le quali la straodinaria Ruota Panoramica Eurowheel di 90 metri di altezza (seconda solo alla London Eye) e l’attrazione acquiatica Niagara con la sua discese di 26 metri e il Mirabilandia Express, una monorotaia turisita che attraversa tutto il Parco. 

Nel 2000 venne alla luce un’area tematica in stile Maya di cui il protagonista indiscusso è il leggendario Katun, l’inverted-coaster più alto d’Europa. In questo periodi nascono anche le due drop tower “Torri Gemelle” con uno stile Militare, con i radar e aerei reali posizionati ai lati della doppia attrazione.

Per il 2001 verrà costruito un “Family Coaster” molto più piccolo rispetto al Katun, nella parte nord-est del parco. Tra il 2003 e il 2006,  con l’inaugurazione dell’area acquatica realizzata esternamente al parco e raggiungibile dalla Sierra tonante, il parco incrementa notevolmente le proprie dimensioni. Inoltre vengono allesiste nuove attrazioni: Monosauro sul laghetto centrale,  Balena Amica, Leprotto Express nell’area tematica Bimbopoli, Katapult a nord del parco, Colazione da papereFlying Arturo nonchè la mitica haunted house Ghostville.

Parques Reunidos, una delle aziende leader nel settore del divertimento e proprietaria di molte altre strutture nel mondo s’interessa all’acquisto della struttura ravennate. Nel 2006, l’accordo va a buon fine e la gestione del parco romagnolo cambia per la seconda voltaTra le novità del 2007 ricordiamo il Raratonga, costituita da un fiume che scorre intorno ad un vulcano; mentre l’anno successivo, Mirabilandia annuncia il disallestimento del mitico Sierra Tonante, per un nuovo rollercoaster inedito nel panorama italiano. Nello stesso anno viene anche inaugurata Reset, una dark ride interattiva. Trovandosi quest’ultima in una zona esterna al perimetro originale, precisamente dentro l’ex Studio Uno di Mirabilandia, ed essendo fortemente tematizzata a sé, il nuovo gioco risulta sconnesso ed esterno all’esistente morfologia urbanistica del parco.

Nel giugno 2009, Mirabilandia inaugura ufficialmente la nuova attrazione che prende il posto di Sierra Tonante: il roller coaster a lancio magnetico iSpeed, primo vero investimento della nuova gestione. Grazie a questa nuova visione, Mirabilandia registra una costante crescita degli utili e del numero di visitatori, arrivando a circa un milione nel 2008 e a due milioni nel 2009.

Per la costruzione di Master Thai, il primo roller coaster a binario doppio in Italia, nel 2011 Mirabilandia si espande ulteriormente diventando finalmente fruibile “a cerchio”. Sempre nel 2022, viene inaugurataa anche la fortunata horror house Phobia, che va a sostituire la precedente Ghostville.

Nel 2012, viene inaugurato il Divertical nello spazio tra Mirabeach e Reset; due anni più tardi, nel 2014 viene inaugurata l’area tematica per bambini Dinoland vicino alla monorotaia Monosauro e i nomi e le scenografie delle attrazioni circostanti vengono cambiate per renderli più a tema; infatti Delirium diventa ReptiliumPentole stregate diventa RaptoTana ed Explorer diventa Rexplorer. Inoltre, vengono inaugurate due attrazioni del tutto nuove: Bicisauro e Brontocars

Nel 2015, grazie alla partnership con Hotwheels, Scuola di Polizia si rinnova e prende il nome di “Grosso Guaio a Stunt City”. L’anno successivo nasce la nuova area Far West Valleye le “Torri Gemelle” cambiano nme in Oil Towers, Pakal diventa Gold Digger, Niagara diventa El Dorado falls, Phobia diventa Legends of Dead Town. Vengono installate anche quattro attrazioni del tutto nuove: il disk’o coaster Buffalo Bill Rodeo, Aquila Tonante, un Kite Flyer a due posti, Geronimo, due torri interattive alte 9 metri e il playground Campo Sioux. Il 2017 vede l’installazione dell’avveniristico sistema VR sul Master Thai, per vivere un’avventura nella giungla thailandese. 

Durante la stagione del 2018 viene inaugurata un’espansione per Mirabeach grande 20000 m², con nuovi scivoli e una piscina a onde. Il 5 luglio 2018 è stata presentata la collaborazione tra Mirabilandia e Ducati, infatti il 18 aprile 2019 la nuova area “Ducati world” è stata aperta al pubblico, ma con solo 2 delle attrazioni operative più i simulatori a pagamento, poi diventati gratuiti.

La data per l’inizio della stagione 2020 fu fissata per il 4 aprile, inizialmente posticipata al primo maggio a causa della pandemia mondiale Covid-19, fino ad arrivare al 20 giugno 2020. La stagione non riuscì ad arrivare al termine a causa di un aumento dei contagi in autunno, così il parco fu costretto a chiudere il 25 ottobre 2020, una settimana prima di Halloween e dell’ultimo giorno di stagione. Il parco doveva riaprire s il 2 aprile 2021, ma sempre per motivi causati alla pandemia l’apertura e l’ufficializzazione non ci furono mai state. L’11 maggio 2021 il parco si ritrova a manifestare a Roma in Piazza del Popolo , per dire no all’apertura fissata dal governo per i parchi tematici e acquatici al 1 luglio 2021. Il parco è riuscito ad aprire il 15 giugno e a concludere la stagione come previsto per il 1 novembre 2021.

A Marzo 2022, Mirabilandia segna l’importante ritorno di Riccardo Capo come direttore generale del Parco. Capo, con oltre 16 anni di esperienza in alta direzione di importanti realtà multinazionali, ha dichiarato: 

“Torno con gioia e grande determinazione a Mirabilandia … in questi otto anni in cui sono stato lontano dal Parco ha proseguito il suo percorso di crescita e rinnovamento, continuando a offrire divertimento ad altissimi livelli e ampliando sempre più il proprio target di riferimento. Grazie a tutto il team del parco, sono pronto a valorizzare ancora di più uno dei cuori pulsanti del turismo dell’Emilia-Romagna con l’augurio che quest’anno, in cui si festeggiano i 30 anni di attività, possa essere l’inizio di un nuovo ciclo ricco di soddisfazioni per tutti”.

La stagione 2022 di Mirabilandia si è inaugurata sabato 2 aprile e si è concluderà domenica 6 novembre, con i tradizionali appuntamenti dedicati ad Halloween. Per festeggiare i 30 anni del Parco è in programma lo speciale night show “L’ultimo Pan”. Dopo il tramonto, sul lago centrale del Parco, Peter Pan dovrà vedersela con Capitan Uncino in un tripudio di effetti speciali tra lago e cielo, videomapping e immagini fiabesche proiettate su enormi muri d’acqua.  Per concludere la serata, torna la Parata di Mirabilandia con tanti veicoli stravaganti che percorreranno le vie del Parco dall’area Ducati, proseguendo per la Far West Valley, Dinoland, Piazza Levante, Bimbopoli fino alla Stunt Arena. 

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet, noto per aver partecipato all'edizione 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay
Italiano".

Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 23 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Satyrnet.it e la sua community sono dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ha collaboratoro con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics, La Festa dell'Unicorno e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico, lavorando come freelance per le più importanti aziende entertainment globali.
Per info e contatti
gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti