Satyrnet.it

Menu

Micronauti: Gli esseri spaziali della calamita…

Cari figli degli anni 80! Anzi in questo caso Cari figli delle stelle! Che non centra niente col titolo di una nota canzone, quando eravate piccoli, mi rivolgo soprattutto ai maschietti, vi sono mai capitati tra le mani dei robot magnetici con le calamite assomiglianti al mitico Jeeg robot d’acciaio? Se si, allora avete giocato con i Micronauti!

Era il lontano 1977 quando la Gig li distribuì da noi in Italia, (quelle pubblicità su Topolino chi se la scorda ) nonostante fossero prodotti dalla Mego Corporation in Usa, ed erano derivati dalla serie dei Microman della casa giapponese Takara. I personaggi erano in tutto cinque, ma non erano soli, perché avevano dei destrieri che con varie trasformazioni, potevano essere utilizzati per diventare dei centauri spaziali. Avevamo il buono e  bianco  Force Kommander che da vicino pareva un sub, ma in realtà era stato creato per assomigliare a uno stormtrooper di Star Wars abbinato al suo cavallo Oberon, il nero e cattivo Baron Karza ( il mio preferito! Forse perchè il viso mi ricorda Mazinga ma in realtà si ispirava a Darth Vader  ) con il suo fedele Andromeda, e poi c’era Green Baron e King Atlas che praticamente erano lo stesso personaggio solo di colore diverso : uno verde ( del pianeta florido Floron ) e uno rosso bordeaux ( del pianeta di fuoco Magma ) seguiti da Pegasus e Lantaurion che erano i loro rispettivi destrieri ( anche se la testa era più aliena ) . Agli inizi degli anni 80 uscirono poi Emperor ( il capo dei cattivi) con occhi e bocca fosforescente, provvisto di mantello e metà nero e dorato  con il suo cavallo Megas  e infine Red Falcon.

Queste action figure magnetiche furono ispirate  nel design ai robottoni nipponici di quel periodo, non a caso i modelli derivavano dallo stampo del giocattolo di jeeg robot  realizzato in collaborazione con Go Nagai e la Takara. Infatti erano dotati dello stesso equipaggiamento composto da missili perforanti e lancia missili di gomma che quando sparavano potevano abbattere il vetro di una finestra!

Red falcon, oggi il più ricercato dai collezionisti, ma in passato il meno apprezzato, rappresentava il leader dei buoni e a differenza degli altri,a vederlo da vicino sembrava un angelo spaziale ( anche se in realtà era chiamato il principe alato ) con il corpo trasparente e le ali rosse, poteva assumere con degli accessori in dotazione,la forma di un volatile robot. E poi in futuro si aggiunsero altri personaggi non magnetici come Galactic Defender , Nemesis e Phobos , Repto , Antron , Membros , Kronos, Lobros e una vagonata di veicoli spaziali. Ma quelli più amati ancora oggi rimangono tutt’ora i robottoni a calamita. Nel 1985 si sperimentò addirittura la produzione di action figures magnetici ispirati ai masters ed ecco che nacquero i Fantanauti! ( alla fine furono prodotti solo due personaggi abbinati a un unicorno e un drago ). Per farvi capire come la calamita giocattolo era diventata una moda …stesso ragionamento fu fatto per tante serie,dai super eroi come Batman o l’uomo ragno, fino alla Walt Disney per la distribuzione dei robot del film Black Hole. I Micronauti come nome fu talmente in voga che fu utilizzato, addirittura come pseudonimo per  un gruppo musicale che cantava sigle di famosi cartoni!

Anche la Marvel fu catturata dalla loro magia, tanto che dal 79 all’86 realizzò una serie di storie a fumetto che avevano l’inconfondibile matita di Steve Dikto. Per cui riuscimmo a vedere i nostri eroi confrontarsi con gli X men, i Guardiani della Galassia e i Fantastici 4 ! Nel giugno del 2002 sarà la Image Comics a rilanciarli con i disegni di Wolfe Hanson e attualmente sono in corso di pubblicazione dalla Idw Publishing che ha iniziato la sua avventura editoriale intorno all’ aprile del 2016. Purtroppo in Italia non sono mai stati pubblicati. E grazie ai fumetti scopriamo che sono umanoidi che vivono nel Microverso che sarebbe un universo dentro il nostro universo, dove vi sono altri pianeti, come il pianeta Kaliklak abitato dagli insettoidi e vediamo il  comandante Arcturus rann lottare  contro Baron Karza che qui è uno scienziato che è a capo degli spietati Dog Soldiers attraverso i quali impone il proprio potere. E poi la Gig per farci ancora più divertire si inventò l’idea di creare la “micronite” che sarebbe una semplice palla di pasta racchiusa in una sfera simile a un pianeta,  con cui potevamo sbizzarrirci nell’allungarla e rimbalzarla… però ultimamente è quasi introvabile e se vorreste acquistarla il prezzo si aggira pure sui 100 euro.

In conclusione chiuderei questo articolo con questa frase che veniva citata, proprio nel loro spot televisivo d’esordio, in caso vi capitasse di trovare qualcuno di loro nella vostra cantina o in soffitta  sempre se i vostri genitori non ve li abbiano buttati, ricordate che loro:

“Sono esseri superiori , perfetti come un robot, più intelligenti di un extraterrestre, più belli di un Ufo”

Gianluca Pistoia

tratto da

Raiders of the lost 80s
Seguici
Latest posts by Raiders of the lost 80s (see all)

Categories:   Books + Comics, Gadget & Hi-Tech, Glorie Nerd Vintage

Comments

 

 

No, thanks!