A marzo debutta sul mensile Batman Il Cavaliere Oscuro (Batman Dark Knights Metal) il nuovo crossover di Scott Snyder e Greg Capullo. Con l’uscita di Batman Il Cavaliere Oscuro #12, in edicola e fumetteria dal 24 febbraio, si conclude il Preludio a Metal, l’evento oscuro che inghiottirà l’intero universo DC. La corposa maxi-saga sceneggiata da Scott Snyder collega eventi anche lontanissimi nella continuity del Cavaliere Oscuro e dei suoi alleati, arrivando a turbare l’equilibrio del giovane universo della Rinascita (di cui abbiamo già visto vacillare le fondamenta con “La Spilla”, il team up tra Flash e Batman imbastito da Joshua Williamson, Tom King, Jason Fabok e Howard Porter).

A partire da marzo, le Notti Oscure di Metal ‘caleranno’ principalmente su Batman Il Cavaliere Oscuro n. 13. Il mensile antologico dedicato al Crociato di Gotham e ai suoi alleati sarà il fulcro del crossover, pubblicando la saga principale, la maggior parte dei tie-in, dedicati alle versioni distorte di Batman, e l’atteso Batman Lost, one-shot di Scott Snyder, Doug Mahnke, Jamie Mendoza, Yanick Paquette e Jorge Jimenez.

Gli invasori multidimensionali aspettano i lettori anche tra le pagine di Falsh n. 34 e Justice League n. 30 (previsti per maggio) e Lanterna Verde  n. 34 e Justice League n. 31 (in uscita a giugno) nel crossover I Cavalieri Oscuri (adattamento dall’inglese del titolo originale Bats Out Of Hell, che è anche un omaggio al secondo album del Meat Loaf,gruppo hard rock guidato dall’omonimo front-man).

Su Justice League n. 12, Barma nn. 32, Suicide Squad n. 28 e Flash n. 33 si susseguiranno, invece, gli episodi legati alla Resistenza di Gotham, in cui eroi urbani come Nightwing, Black Canary e Freccia Verde saranno costretti ad allearsi con i sadici membri della Suicide Squad per far fronte unito contro l’invasione.

Oltre ad artisti del calibro di Greg Capullo, Paul Pelletier, Stjepan Sejic e Ethan Van Sciver, la saga vede il contributo artistico di Mirka Andolfo (Teen Titans #12 pubblicato su Justice League America n. 12), Carmine Di Giandomenico(Batman: The Red Death #1, pubblicato su Flash n. 32) e Riccardo Federici (Batman: The Murder Machine #1 pubblicato su Batman Il Cavaliere Oscuro n. 14), artisti italiani apprezzatissimi oltreoceano.

Ispirandosi alle atmosfere e alle suggestioni iconografiche dei generi Metal e Heavy Rock, RW Edizioni promuoverà il lancio della saga, organizzando con le fumetterie aderenti all’evento un Party Heavy Metal, durante il quale sarà possibile trovare gadget a tema (poster, t-shirt, ashcan, variant metallizzate). Inoltre da marzo a settembre tutti i numeri d Batman Il Cavaliere Oscuro avranno un’edizione con variant cover dell’albo, alla quale sarà allegata una spilla dedicata al Cavaliere Oscuro protagonista dell’albo.

PRELUDIO A METAL: I GIORNI OSCURI DI BATMAN E HAWKMAN

Tutto ha avuto inizio con La morte di Hawkman, miniserie raccolta in volume per la collana DC Miniserie. In questa nuova avventura, l’eroico Hawkman cerca di salvare il pianeta Rann dal pericoloso Despero, telepate intenzionato a impadronirsi a tutti i costi del metallo NTH, custodito sulla luna di Thanagar. L’esito della storia avrà come conseguenza il ritrovamento, sulla Terra, del diario dell’archeologo Carter Hall, tra le cui pagine è custodito un segreto inconfessabile e antico  “inciso nel metallo”: una verità spaventosa che si annida nelle viscere delle Terra. Nel sottosuolo del pianeta, scorrono arterie di metallo, mentre antiche pitture celebrano un’era atavica e dimenticata, abitata da entità soprannaturali.

METAL: LE NOTTI OSCURE DEGLI EROI DELLA RINASCITA

Con Metal lo scrittore Scott Snyder riprende la sua apprezzata run del ciclo editoriale NEW 52, intrecciandola con elementi mitologici della Golden Age e con il complesso lavoro di Grant Morrison, iniziato sulle serie Batman, Batman & Robin e Batman Inc. e poi culminato nel crossover Multiversity. L’autore di American Vampire e di Gates of Gotham arricchisce la cosmogonia DC, espandendone i confini con un nuovo Multiverso negativo dove le cose che potevano andare male sono andate anche peggio: un universo nel quale l’anelito alla giustizia di Batman è stato fagocitato dalla sete di vendetta di Bruce Wayne e l’ossessione del vigilante per l’ordine morale è diventata una compulsione all’asservimento del genere umano.

Nel frattempo, su Batman il Cavaliere Oscuro nn. 11-12 anche l’alter ego di Bruce Wayne, da sempre un passo avanti rispetto agli altri membri della comunità di meta-umani, ha condotto delle ricerche per proprio conto. Assetato di conoscenza, Batman ha attraversato il globo per raccogliere tutte le informazioni utili a guardare nell’Oscurità e scorgere le insidie che nasconde, preparandosi al peggio senza però allertare i suoi commilitoni.  Il character design dei Cavalieri Oscuri, aggressivo, inquietante e decisamenteheavy rock, trasforma il look di Batman, che da sempre sfrutta come armi la paura e la superstizione dei criminali, in incubo.

Per l’adattamento italiano si è scelto di trasformare The Drowned ne L’Abissale, Murder Machine ne La Macchina Assassina, Devastator in Il Devastatore, Merciless ne Lo Spietato, Red Death ne La Morte Rossa, Dawnbreaker ne L’ombra della Notte e The Batman who Laughs in Il Batman Che Ride.

Enrico Ruocco