Satyrnet.it

Il ritorno di Mermaid Saga di Rumiko Takahashi 

Durante la sua carriera costellata di grandi successi, la principessa del manga Rumiko Takahashi – che nel 2020 ha ricevuto la medaglia d’onore con nastro viola dal Governo giapponese – ci ha regalato, come continua tuttora a fare, innumerevoli e indimenticabili storie. Le sue opere, Lamù – Urusei Yatsura, Maison Ikkoku, Ranma ½, Inuyasha – solo per citarne alcune –  sono lette e apprezzate dai lettori di ogni età e cultura, che ne amano lo stile, la narrazione e i personaggi iconici.

Dopo Inuyasha , disponibile con il volume 5 della Wide Edition il 22 giugno, Star Comics riporta in Italia anche Mermaid Saga, una delle opere più intriganti e cupe dell’autrice, con una nuova edizione in due volumi in fumetteria, libreria e store online dal 29 giugno.

 

Si dice che la carne di sirena sia un potente elisir che doni a chi la mangia l’immortalità. Ma, in realtà, le cose non stanno proprio così. Secondo la leggenda, la carne di sirena è una sorte di veleno che, quando non uccide chi se ne ciba, lo trasforma in un orrendo mostro immortale, mentre solo in pochi casi dona eterna giovinezza.  

Il giovane Yuta, tra i fortunati che hanno ricevuto l’immortalità dopo aver mangiato la carne di questi affascinanti creature, considera la sua condizione come una maledizione ed è intenzionato a recuperare la propria umanità a ogni costo. Finalmente, un giorno, si imbatte in Mana, una ragazza misteriosa che sembra essere la risposta al suo problema…

In Mermaid Saga  troviamo delle storie ben diverse da quelle raccontate dall’autrice in opere più spensierate come Ranma ½LLamù – Urusei Yatsura. Qui violenza, sangue e tragedia, ma anche una buona dose di sovrannaturale e fantasy, hanno il sopravvento, ma sempre senza tralasciare quel tocco di romanticismo e comicità a cui l’autrice ci ha da sempre abituati. L’immortalità tanto bramata dall’uomo sembra sopravvalutata ed è considerata una vera e propria maledizione, che regala soltanto solitudine e disperazione. Il tempo che passa inesorabile, infatti, cambia il mondo e ciò che circonda i protagonisti e, prima o poi, le persone amate li lasceranno inevitabilmente soli. Per fortuna, Yuta e Mana si trovano a vicenda e condividono lo stesso destino, cosa che li porta ad appoggiarsi l’uno all’altra e a condividere la propria esistenza. Grazie anche ad atmosfere che trasudano mistero e orrore da ogni pagina, le vicende dei due protagonisti regalano forti emozioni e colpi di scena, rendendo questa leggendaria opera affascinante per i fan della maestra Takahashi, ma anche per chiunque ami il genere horror e sovrannaturale.

Rumiko Takahashi nasce a Niigata il 10 ottobre 1957. Probabilmente la più celebre autrice della scena manga contemporanea, ha al suo attivo una lunga serie di successi – tutti pubblicati in Italia da Star Comics –, a cominciare da LAMÙ – URUSEI YATSURA (1978), proseguendo con Maison Ikkoku (1980), RANMA ½ (1987), INUYASHA (1996), Rinne, (2009), e Mao, iniziato nel 2019.

Maria Merola

Maria Merola

Laureata in Beni Culturali, lavora nel campo del marketing e degli eventi. Ama Star Wars, il cosplay e tutto ciò che riguarda il mondo del fantastico, come rifugio dalla realtà quotidiana. In particolare è l'autrice del blog "La Terra in Mezzo" dedicato ai miti e alle leggende del suo Molise.

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti