Satyrnet.it

Lorenzo_cosplay: quando il Play diventa emozione

Oggi facciamo conoscenza con Lorenzo, un giovanissimo e talentuoso cosplayer milanese che ha già realizzato numerose “opere d’arte” in costume davvero apprezzabili. Il suo primo cosplay,  nonché la sua prima fiera, fu a Lucca Comics & Games del 2018. Il suo semplice, eppure efficace nick sui social, “lorenzo_cosplay“, esprime tutta la sua spontaneità e trasparenza:

“… lo cambiai 2/3 volte circa in passato, ma è semplicemente “lorenzo_cosplay”perchè è il mio vero nome e volevo un qualcosa di immediato ma che facesse comunque capire il mio intento di essere me stesso”.

La sua passione per questo fantastico movimento creativo è nata in maniera graduale, indice della sua passione:

“… devo ammetterlo, sono partito con il piede sbagliato diciamo, ed ho fatto molti errori in questo ambito. Però con il tempo ho scoperto un mio modo di fare le cose e da allora, anche se tra alti e bassi, mi sono sempre divertito e come Levi: non ho rimpianti“.

Da quel Lucca Comics, ormai Lorenzo è una “presenza fissa” negli eventi del Nord Italia: pur avendo saltato, per motivi lavorativi lo scorso Torino Xmas Comics, dopo aver apprezzato moltissimo il Milano Comics sta cominciando ad amare anche la manifestazione di Belgioioso, soprattutto per la splendida location seconda a Games Week di Milano:

“… quest’ anno è stata la fiera in cui ho avuto più soddisfazioni e per cui mi ero impegnato, replicherò la cosa l’anno prossimo”.

Non avendo (ancora!) specifiche abilità di making, Lorenzo commissiona quasi tutti i componenti dei suoi costumi: la sua vena artistica si esprime, principalmente proprio sulla parola “Play”, ovvero interpretare i personaggi:

“… tuttavia è proprio questo uno dei motivi, assieme al mio amore per i personaggi e sul momento del perchè mi piaccia così tanto, in un certo senso interpretarli,perchè credo sia il mio unico modo per dare il mio tocco” .

La sua creatività interpretativa si profila soprattutto con i personaggi di Attack on Titan, Lorenzo ha realizzato ogni versione di Levi Ackerman (letteralmente, compresa anche qualche official art/fan art) ma anche Izuku Midoriya di My Hero Academia  (gamma suit hero) e  Yūichirō Hyakuya, il protagonista principale del manga Seraph of the End(realizzando i vari outfit tratta dal manga, che anime, che re del sale e demone).

“… la mia armatura della quarta stagione di Levi è di certo quella che mi ha dato più soddisfazioni, ma quello a cui sono più legato è il cappotto Wings of Counterattack blue, semplicemente perchè adoro tutti quegli accessori presenti e micro dettagli”.

Lorenzo vuole condividere con i lettori un aneddoto riguardante proprio Attack of Titan:

“…  il giorno in cui usciì l’ultimo capitolo di Attack of Titan, andò in onda la mia puntata di “Guess my Age”su tv 8. E cosa feci in tale puntata? il saluto con inchino di attack on titan… Non sono religioso, ma ancora oggi mi piace pensare sia stato una specie di karma…”.

Alla domanda in cui chiediamo a Lorenzo quali modelli gli hanno fornito ispirazione, apprendiamo:

“… penso sia tutta una questione di esperienza, investimento e sacrificio(comeo ogni cosa che si vuole raggiungere nella vita del resto no?) e comunque si, a molti cosplayers che hanno fatto levi in passato, così come a dei semplici artisti. Spesso mi mettevo di notte su reddit o instagram a guardare fan art nel subreddit di aot guardando i vari cosplayers/arts selezionando ciò che mi piaceva e avrei voluto per me, o adattare, più o meno (cosa che continuo a fare)”.

Ultimamente si parla molto degli original, anche Lorenzo vuole condividere la sua impressione, sempre dal punto di vista interpretativo:

“… secondo me l’original è a libera interpretazione, se creato da zero. invece se di base ha un certo personaggio, penso debba tenere conto di qualche dettaglio dello stesso ovviamente, insomma dovrebbe essere qualcosa che anche il personaggio stesso , in quella situazione farebbe”.

Secondo Lorenzo, il Cosplay, negli ultimi anni, si è evoluto in un modo sempre più social: la ricerca di una maggiore integrazione è di per su una cosa estremamente positiva. Le piattaforme sociali e lo streaming online sono riusciti semplicemente a diffondere il Cosplay alle nuove generazioni “passando il testimone” e l’apprezzamento verso questo movimento. Ciò ha dato la possibilità a tanti creativi, realizzatori di outfit/parrucche/lenti/prop di affacciarsi su un nuovo mercato nascente per promuovere, a pagamento, le proprie abilità

“… se avete un sogno, non dico che riuscirete a realizzarlo sicuramente, sarebbero solo false speranze, ma almeno provateci e non avrete alcun rimorso”.

Lorenzo cerca di tener fuori il Cosplay dalla sua vita privata il più possibile anche se ammette che questa arte sia qualcosa che ama fare, in cui ritrova se stesso e con cui esprimere una parte di se:

“…se desideri voler bene ad una persona, lo fai per ciò che è e che dimostra, non per un suo modo di apparire, per giunta ogni volta ogni chissà quanto come è il cosplay… Ed è ciò che vorrei per me, tutto qui”.

Ma come esprime Lorenzo, oltre al Cosplay, la sua creatività?

“… purtroppo ormai è da un po’ che passo le giornate tra lavoro e palestra.  Però ovviamente si cerca di trarre il possibile da ogni cosa”.

Il nostro eccellente player trova stressante a volte di imbattersi in persone che lo criticavano per il modo in cui fai Cosplay ma Lorenzo non si è mai arreso:

“… nonostante facessi sempre “le solite cose”, sono indubbiamente migliorato, l’unica cosa che ho sempre voluto, sin da piccolo era questo: cercare di motivare le persone e far capire che chiunque, a patto di come detto sopra investire su se stessi e sacrificarsi, può raggiungere la sua forma migliore … tuttavia non nego che è stata proprio una specie di “presa in giro”nei miei confronti, a far scaturire tutto questo, da anni ormai”.

Infine Lorenzo vuole condividere un consiglio con coloro che abbiano voglia di provare a diventare Cosplayer:

“… sappiate che questo hobby è costoso, richiede un sacrificio non da poco e una forte convinzione in ciò che si fa. Io stesso più e più volte sono in un certo senso caduto, ma c’è sempre qualcosa che si può fare per rialzarsi. E poi beh,nel caso in cui ci sia qualcuno più bravo di voi di cui siete invidiosi(come lo ero io coff coff), a volte la cosa migliore da fare è semplicemente “se non puoi batterli , unisciti a loro”. spero che chiunque abbia letto tutto questo possa essere in un qualche modo motivato”.

Per approfondire il talento di Lorenzo vi invitiamo a visitare il suo Profilo Instragram Lorenzo_cosplay.

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet, noto per aver partecipato all'edizione 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay
Italiano".

Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 23 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Satyrnet.it e la sua community sono dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ha collaboratoro con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics, La Festa dell'Unicorno e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico, lavorando come freelance per le più importanti aziende entertainment globali.
Per info e contatti
gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti