Satyrnet.it

Leon Chiro: la star italiana del cosplay mondiale

Leon Chiro è un caro amico: ho avuto la possibilità, e l’onore, di conoscerlo sin dalle sue prime performance vedendo crescere un talento che, in poco tempo, ha raggiunto la fama mondiale. Scrivere la sua biografia è alquanto difficile, essendo Leon un personaggio poliedrico e affascinante: riassumendo, oltra ad essere un cosplayer internazionale,  è un personal trainer, modello, influencer ed ex atleta della Nazionale italiana e, ora, anche wrestler affermato. Si è laureato in studi universitari e ha conseguito una laurea in comunicazione digitale e marketing nei videogiochi presso la Vigamus Academy.

Per lo più interpreta i personaggi dei videogiochi; la maggior parte degli “accessori”, se così possono essere chiamati, come armature, armi e accessori, sono realizzati totalmente a mano. Tra i suoi personaggi più famosi ricordiamo, ovviamente, All Might, di My Hero Academia, Aguilar De Nerha da Assassin’s Creed e McCree di Overwatch ma sono così tanti e stupendi che è difficile tenerne conto! 

In un’intervista con Overblog ha dicharato, parlando dei sui cosplay ha dichiarato:
“Beh, ho iniziato a fare il cosplay nel 2011, lavoravo nel mondo della moda e volevo solamente provare a fare un servizio fotografico con un tema di videogioco. Poi ho scelto il mio cosplay di Tidus e ancora non sapevo cosa fosse il cosplay. Un mio amico mi ha parlato di cosplay, mi ha portato alla prima fiera e mi ha lasciato lì consigliandomi di socializzare e farmi amici …  poi ho scoperto il magico mondo del cosplay e ho iniziato sin dalla prima fiera a partecipare ad un contest, ho iniziato a vincere una serie di competizioni, una dopo l’altra, poi tutto è stato una reazione a catena come essere invitato come giuria, come ospite e così via. “

Tra le sue “ispirazioni” ovviamente non può mancare Maul Cosplay che, secondo Leon, si può considerare uno dei migliori cosplayer maschili di sempre: bello, talentuoso, con foto sono stupende … un’ottima fonte di ispirazione per tutti i cosplayer di sesso maschile.  In un’intervista a Stay Nerd ha anche annoverato:

“Rick Boer (RBF-Productions-NL), un idolo al livello artistico ed una persona d’oro nella vita di tutti i giorni. Siamo grandi amici, ma prima dell’amicizia c’è un profondo rispetto che ho per lui, specialmente per la sua umiltà, bontà d’animo e sincerità. Lui rappresenta un ideale da seguire secondo me. Insieme a lui, voglio nominare anche il mio migliore amico Philippe Lauby, col quale amo condividere ogni esperienza Cosplay e non, perché il Cosplay è soprattutto AMICIZIA. Vorrei fare il nome di altri due artisti, Elffi Cosplay e Liui Aquino che insieme ai due citati prima, rappresentano gli ideali che rispetto maggiormente. È bello condividere tutto con un sorriso ma soprattutto mantenere sempre l’umiltà specialmente verso i fan, che senza di loro nessuno di noi sarebbe l’artista che è oggi”.

Inutile dire che ero proprio io ad ospitare sul palco il giovane Leon che è diventato, in pochissimi anni (ma con tanta passione e determinazione) è uno dei principali concorrenti nei contest cosplay internazionali vincendo numerosi concorsi nei principali eventi in Italia e in Europa, ad esempio è stato il rappresentante italiano ECG alle finali europee del Japan Expo 2016. È stato invitato come Special Guest in più di 100 eventi in più di 45 paesi diversi in tutto il mondo, giudicando un enorme numero di contest cosplay e partecipando a panel di approfondimento e conferenze. Con una media di 4 eventi / convegni al mese, Leon è anche un collaboratore ufficiale come Cosplayer e Influencer per grandi aziende videoludiche come Ubisoft (Assassin’s Creed \ Watch Dogs), Bandai Namco (All Might – My Hero One’s Justice) e Square Enix (Gladiolus – Final Fantasy XV), Capcom (menzione d’onore per il suo Dante ) – Attualmente lavora per Riot Games come Cos-Model ufficiale per il campione Rakan di League Of Legends  Ha lavorato per la 20th Century Fox alla campagna promozionale di Assassin’s Creed: The Movie (2016). Leon è dunque una delle figure più iconiche della comunità di Assassin’s Creed: dal 2016 è stato ufficialmente riconosciuto come il volto italiano del franchise. Attualmente collabora come testimonial anche per Cool2U (Community Manager), Cosplay Mat and CosAll. 

Sul concetto di Cosplay e business, in un’intervista a StayNerd, Leon ha dichiarato:

“Io sono estremamente soddisfatto della mia arte del Cosplay al livello professionale, non lo dico per egocentrismo ma per fierezza! La fierezza e l’emozione nel pensare di essere arrivato a guadagnare bei soldi ogni mese, quando tutto è cominciato attaccando due pezzi di Forex (PVC) con due gocce di colla a caldo. È qualcosa che mi rende molto fiero e felice ogni volta che ci penso. Dal mio punto di vista, ogni mese ho almeno 2-3 eventi dove sono invitato come ospite, eventi in cui sono pagato ovviamente (oltre al totale rimborso del viaggio + hotel). I prossimi eventi, per esempio (oltre alle date Italiane) saranno a Istanbul e Madrid. Il Cosplay per me rappresenta sempre un hobby. Un hobby che mi sta facendo girare il mondo e mi fa guadagnare i soldi di cui ho bisogno per pagarmi l’università, i materiali per le mie nuove creazioni e tutti gli “sfizi” di cui necessito per continuare a produrre con fomento ciò che amo fare”.

Leon Chiro è una persona estremamente carismatica, amabile con i suoi fan, che in più occasioni lo hanno “ricompensato” con regali di ogni tipo, da artwork ispirati alla sua persona, ai biscotti o ai cupcake con il suo volto: per lui “i tifosi” sono estremamente importanti e apprezza – ed esorta – costantemente il loro supporto. D’altro canto, la fama, purtroppo, ha portato anche molti hater che più volte hanno tentato di “sabotare” la sua creatività, ne parla lo stesso Leon in una intervista a Overblog:

“… era come un gruppo privato di persone che volevano sabotare la mia pagina, si sono semplicemente organizzati per segnalare in massa la mia pagina e il mio profilo dichiarando che si trattava di un’identità falsa, e poi è stato un processo lungo perché normalmente è quasi impossibile riavere le tue cose ma … ci sono riuscito grazie alle persone che mi seguono…  ho raccolto più di 3000 firme di persone che mi volevano di nuovo su Facebook, è stato molto …  Quindi è stato un momento molto difficile e tragico perché ho avuto tutto indietro grazie alle persone che mi seguono. Perché cerco sempre di diffondere positività in tutto il mondo, e poi ho recuperato tutta la positività da tutto il mondo riprendendomi i miei social media”.

Per Leon Chiro il cosplay è qualcosa che si fa con il cuore:  è mettere tutto lo sforzo, anzi il “fomento”, possibile per interpretare un personaggio nella sua interezza; questo processo creativo lo porta a trasformarsi “perfettamente” in ogni personaggio scelga. Il cosplay è un hobby molto bello e che come Leon stesso definisce con la parola iconica “felicità” … e il nostro ragazzo riesce a trasmettere questo messaggio, con forza e positività, in ogni sua performance ad ogni evento.

se volete approfondire il grande talento di Leon Chiro vi consigliamo di visitare i suoi profili ufficiali:

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet, noto per aver partecipato all'edizione 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay
Italiano".

Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 23 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Satyrnet.it e la sua community sono dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ha collaboratoro con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics, La Festa dell'Unicorno e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico, lavorando come freelance per le più importanti aziende entertainment globali.
Per info e contatti
gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Invia il tuo articolo

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti