Satyrnet.it

Menu

Le streghe dell’East End

Le streghe dell’East End è una serie Tv che ho visto su Netflix per curiosità,  e perché mi affascina il mondo delle streghe e il fantasy in generale. Ho adorato la serie Streghe e ho tentato la via di questa, mai vista.

Le streghe dell’East End (Witches of East End) è una serie televisiva statunitense trasmessa per due stagioni, dal 2013 al 2014 sulla rete televisiva Lifetime. È stata cancellata al termine della seconda stagione. Liberamente ispirata, dall’omonimo romanzo fantasy di Melissa de la Cruz, in Italia pubblicato con il titolo Le streghe di East End, la serie segue le vicende di una moderna famiglia di streghe. In Italia è andata in onda dal 3 dicembre 2013 sulla rete satellitare Fox Life.

Prima stagione
Joanna Beauchamp è una strega che vive nella remota cittadina di East Haven con le figlie Freya e Ingrid, entrambe ignare del segreto nascosto dalla propria famiglia. Joanna è immortale, ma è costretta a convivere con una maledizione che fa sì che le sue due figlie muoiano prima di arrivare ai trent’anni, per poi rinascere subito dopo a distanza di poco tempo l’una dall’altra. Quando Wendy, sorella di Joanna, arriva in città per metterla in guardia da un imprecisato potente e vecchio nemico, quest’ultima si ritrova costretta a svelare alle figlie la loro vera identità, che entrambe erano comunque in procinto di scoprire.

Seconda stagione
Il portale per Asgard è stato aperto, e la famiglia Beauchamp si riconcilia con Frederick, il figlio maschio di Joanna mai menzionato alle figlie. Mentre Wendy continuerà a non fidarsi di Frederick dopo un avvenimento accaduto in un passato lontano, Joanna e le sue due figlie Ingrid e Freya cercheranno di scoprire se qualcos’altro oltre a Frederick sia uscito dal portale.

Francamente mi è parso più di stare guardando una serie alla Beautiful che una serie fantasy, anche se lo stop anticipato lascia numerose questioni irrisolte, apertesi con colpi di scena piuttosto eclatanti. Gli effetti speciali, per l’amor del cielo li faccio meglio io con un app del cellulare, troppi bei fighi, troppo romanzo rosa. Però c’era James Wesley Marsters, lo Spike di Buffy, nel cast, quindi la serie diventa sicuramente bellissima, solo perché c’è lui. Davvero, non si può vedere, se volete farlo, fatelo a vostro rischio e pericolo.

Maria Merola

Categories:   Cinema & Tv

Comments

 

 

No, thanks!