Satyrnet.it

Menu

La Saga dei Lensmen

Vista, ormai lo sapete tutti, la mia passione principale verso la fantascienza, questa volta vorrei parlare di una saga fantascientifica molto interessante e avventurosa, ma non cinematografica o televisiva come mio solito, ma letteraria, una saga composta da un ciclo che spazia in un arco narrativo non di decenni ma di generazioni, partendo dall’alba dei tempi fino al futuro remoto della nostra civiltà.

 

Questa saga  viene definita “Ciclo dei Lensmen” o “Saga dei Lensmen” ed è scritta da E.E. “Doc” Smith. Come molte opere letterarie di fantascienza degli anni 30-50, prima di essere raccolte in volume, venivano pubblicate a puntate in varie riviste del settore, il primo capitolo di Lensmen intitolato “Triplanetary” venne pubblicato a puntate dal 1934 fino alla sua conclusione sulla famosa rivista Amazing Stories, mentre “First Lensman” su Fantasy Press e gli altri volumi dell’opera “Galactic Patrol”, “Gray Lensman”, “Second Stage Lensman”,  “Children of the Lens”, furono pubblicati su Astounding, finché non furono raccolti a partire dalla fine degli anni 40 in volumi completi. Le edizioni Italiane sono due, una degli anni 70 della Delta Fantascienza Fantasia Eroica, e una seconda edizione di inizio anni 90 dove i sei volumi vennero raggruppati in 3 volumi raccolti due a due della Editrice Nord, serie Cosmo Oro, infatti i libri sono così intitolati: primo volume “la Saga dei Lensman” che racchiude “Triplanetario” e “il Primo Lensman”, il secondo volume, “Pattuglia Galattica: la Saga dei Lensmen II” che racchiude “Pattuglia Galattica” e “Il Lensman Grigio” e infine il terzo volume, “Secondo Impero: la Saga dei Lensmen III” che racchiude “I Nuovi Lensmen” e “i Figli della Lente”. Verso la metà degli anni 60 l’intera saga ebbe una candidatura al Premio Hugo, uno dei massimi premi letterari per il genere Fantascienza Fantasy, però venne battuta di poco dalla saga del “Ciclo della Fondazione del famoso Isaac Asimov, di cui parleremo di alcune più avanti.

Questa saga fantascientifica è molto interessante, in quanto non vi è solo il classico scontro tra il Bene e il Male, che inizia dall’alba dei tempi e continua fino a un futuro remoto e incerto, ma  la trama viene sviluppata, volume per volume e  capitolo per capitolo, ove non è solo la razza umana che la fa da padrona, anche se viene scelta come principale “campione” in questa eterna partita a scacchi tra luce e oscurità, ma vi sono coinvolte innumerevoli razze differenti tra loro, non solo dal piano fisico, umanoidi, ameboidi, mutaforma, anfibie, rettiliane, razze respiranti ossigeno, altre ammoniaca. Dal punto di vista morale alcune razze anche se vengono considerate “nobili” non disdegnano l’inganno o l’omicidio per arrivare all’obiettivo desiderato, oppure altre razze sono di puro pensiero e disdegnano i bisogni terreni, praticamente viene descritto un intero universo e nonostante le varie differenze tutti riescono a convivere tra loro, facenti parte di un nobile progetto, per motivi commerciali oppure per semplice cupidigia e sete di potere. Il tutto gira intorno alla misteriosa “Lente” e ai “Lensemen” che le portano.

 

La saga prende inizio quasi subito dopo il fatidico “Big Bang”, con la formazione delle prime galassie. Su due di esse si sviluppano due razze, gli Arisiani una razza in origine umanoide che con il progredire dei secoli sono divenuti creature di puro pensiero che nell’ombra contribuiscono allo sviluppo delle civiltà della loro Galassia per perseguire un fine nobile; gli Eddoriani una razza di creature ameboidi con capacità mutaforma, che utilizzano i loro poteri mentali e il loro sviluppo tecnologico, per assecondare la loro bramosia di potere e di conquista dell’intera galassia, assoggettando ogni forma di vita intelligente per i loro scopi. Pur essendo una razza potente e avendo preso coscienza del pericolo che costituiscono gli Eddoriani, gli Arisiani si rendono conto di non essere in grado di contrastare tali esseri, quindi decidono in segreto, di piantare in alcuni pianeti i semi che un giorno svilupperanno gli esseri che potranno non solo affrontare, ma addirittura sconfiggere gli Eddoriani e la loro oscura minaccia. Tra questi pianeti selezionati vi è anche la Terra, e qui gli Arisiani con un’opportuna manipolazione nascosta nell’ombra, interagiscono con lo sviluppo della civiltà umana, dalla fondazione e caduta di Atlantide, fino ad arrivare al periodo delle due Guerre Mondiali al culmine dell’epoca futura fino alla creazione della Pattuglia Galattica. Qui gli Arisiani si prendono cura di due linee genetiche, i Kinnison e i Samms, che per il loro millenari piani per la sconfitta di Eddore, sono tra i prescelti per poter contrastare tale minaccia. Dopo la fondazione della Pattuglia Galattica, fondata da un discendente della famiglia Samms e da un discendente della famiglia Kinnison, gli Arisiani giudicano che la civiltà sia pronta e si palesano davanti ai due, fornendo un mezzo per poter affrontare le difficoltà che il destino ha in serbo per la neonata Pattuglia Galattica, infatti gli Arisiani gli donano le “Lenti”, un potente artefatto che viene sincronizzato con la persona prescelta, e che gli amplifica le capacità mentali, rendendoli a tutti gli effetti una sorta di super uomini, così ai fondatori della Pattuglia viene affidato il compito di cercare altri prescelti degni di possedere la “Lente”, così oltre la Pattuglia Galattica, sorgono anche i “Lensmen”, esseri senzienti, umani e non, che grazie alla Lente possono affrontare ogni difficoltà. Però anche gli Eddoriano non sono rimasti a guardare, e mescolandosi tra le razze senzienti arruolano ogni individuo che possa aiutarli nella loro sete di conquista, creando così una enorme organizzazione di pirati spaziali spesso in contrasto con la Pattuglia Galattica, dalla quale quest’ultima non senza difficoltà ne esce sempre vincitrice. Passano altri decenni, finché alla fine dopo che le famiglie Kinnison e Samms, i “campioni” degli Arisiani si sono unite in un unica famiglia, con l’aiuto non solo di tutti i Lensmen, ma anche degli Arisiani, riescono a portare un attacco contro gli Eddoriani, la vera minaccia della galassia, e dopo una furiosa battaglia, gli Eddoriani vengono definitivamente sconfitti, e gli Arisiani raggiunto il loro scopo abbandonano la Galassia lasciandola nelle capaci e oneste mani dei “Figli della Lente”.

 

Negli anni 80, in Giappone venne realizzato un anime ispirato alla saga dei Lensmen, intitolato SF Shinseiki Lensman e successivamente una serie televisiva intitolata Galactic Patrol Lensman, i diritti di entrambi vennero poi presi dall’americana Harmony Gold, famosa per aver adattato l’anime Macross realizzando la serie Robotech. Visti gli adattamenti del film e della serie TV in confronto ai libri, l’unica cosa che rimane coerente sono oltre lo scontro tra bene e male, i nomi dei personaggi, per il resto vi sono molte differenti, come avviene in molti altri adattamenti con opere letterarie, a esempio Fanteria dello Spazio.

Saga letteraria molto intrigante, e anche completa, in quanto vi è azione, battaglie spaziali, duelli, spionaggio, intrigo, l’eterna lotta tra bene e male, astronavi, razze aliene differenti tra loro, e molto altro. Una saga che, nonostante possa spaventare per l’alto numero di libri e di pagine, vi posso assicurare per esperienza, che appena inizierete a leggere le prime pagine, la lettura scorrerà così fluida e con pochi temi morti e parti noiose, nonostante molte descrizione tecnico- scientifiche, che non vi accorgerete di averli letteralmente divorati, fidatevi che io l’avrò letta e riletta completamente almeno 4 volte. Per reperire tale saga potete cercare su internet, oppure in qualche libreria o mercatino di libri che tratta usato, o ancora si può trovare in qualche libreria civica in prestito, oppure si spera che prima o poi venga ristampato da altre case editrici.

 

 

 

Marco Giovanni Lupani
Latest posts by Marco Giovanni Lupani (see all)

Categories:   Approfondimenti, AULAMANGA, Books + Comics, Glorie Nerd Vintage

Comments

 

 

No, thanks!