Satyrnet.it

La Pianura Del Kantô di Kamimura Kazuo

Un altro imperdibile capolavoro, finora inedito in Italia, dell’autore di Tredici notti di rancoreIl parco dei cervi e Il fiume ShinanoUn poetico, suggestivo manga semiautobiografico nel quale Kamimura rievoca i ricordi della propria infanzia e degli anni giovanili. E disegna, al tempo stesso, un grande affresco del Giappone che tenta a fatica di rinascere dopo la sconfitta nella Seconda guerra mondiale.

“Quando mi chiedono perché disegno gekiga, mi piacerebbe rispondere: ‘Perché voglio dipingere paesaggi’. Sono convinto che a esercitare una forte influenza su una persona non siano le esperienze del suo passato, quanto i paesaggi in cui ha vissuto. Durante lo sfollamento, ho trascorso la mia adolescenza in un angolo remoto della pianura del Kantô, La mia quotidianità era racchiusa nella linea di quell’orizzonte…”. (Kamimura Kazuo)

Quindici agosto 1945: l’Imperatore ha appena annunciato alla radio la resa del Giappone alle forze alleate. Un aereo americano in difficoltà è costretto a un atterraggio d’emergenza nella pianura del Kantô, prefettura di Chiba. Ne esce il pilota, un uomo che agli occhi del piccolo Kinta e dei suoi amici sembra un demone… Kinta ha solo sette anni, ma ne ha già viste di cose. E tante altre ne vedrà: un uomo e una donna suoi vicini di casa che fanno l’amore, un omicidio, e poi ancora il cinema, il circo, la magia dell’arte, ma anche la disillusione negli occhi degli adulti, nel Giappone uscito a pezzi dalla guerra. “Il nostro Paese è stato sconfitto – gli dice il nonno, un famoso scrittore – e non ho idea di cosa accadrà e come cambierà la nostra vita”.

Nel primo volume di questa trilogia finora inedita in Italia, pubblicata a puntate sulla rivista Young Comic tra il 1976 e il 1978 e da molti considerata il suo capolavoro, lo sguardo di Kamimura Kazuo ritorna bambino e la sua voce si fa elegiaca. Per rivivere gli anni dell’infanzia, i momenti di bellezza e la precoce esperienza della “tristezza del cuore”, dipingendo intanto l’affresco di un Paese che tenta faticosamente di risollevarsi dopo il disastro bellico. Su tutto domina la pianura del Kantô, paesaggio della memoria e territorio di educazione alla vita: un orizzonte che racchiude tante storie, di dolori e tradimenti, d’amore e di desiderio di rinascita.

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet, noto per aver partecipato all'edizione 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay
Italiano".

Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 23 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Satyrnet.it e la sua community sono dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ha collaboratoro con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics, La Festa dell'Unicorno e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico, lavorando come freelance per le più importanti aziende entertainment globali.
Per info e contatti
gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti