Satyrnet.it

Menu

La Mummia: una delusione senza tempo

0001

La Mummia è la nuova trasposizione cinematografica del classico “mostro” della letteratura moderna portata questa volta sullo schermo da Alex Kurtzman con un cast stellare composto da Tom Cruise, Sofia Boutella, Annabelle Wallis e Russell Crowe. Mi piacerebbe poter dire qualcosa di buono su questo film, remake dell’omonimo capolavoro del 1932 e ‘avvio del nuovo media franchise e universo cinematografico Dark Universe della Universal…  ma proprio non ci riesco.

Come sempre però vi espongo solo la mia opinione personale e non voglio che voi lettori pensiate che io voglia aver ragione su chi abbia apprezzato questo film … anzi se qualcuno avesse trovato qualcosa di buono nella pellicola di Kurtzman, posso solamente esser lieto per lui!  Nonostante la presenza di attori del caliro di Tom Cruise e Russell Crowe, il film non decolla.http-%2f%2fmedia-cineblog-it%2fc%2fcf4%2fla-mummia-prima-foto-ufficiale-con-il-cast-del-reboot-2 L’inizio ricorda per molti aspetta il film “capolavoro”, omonimo con Brendan Fraser, solo che la “mummia” in questione è una versione femminile di Imhotep, figlia del Faraone, che, dopo aver fatto un patto con Seth e aver eliminato suo padre, viene mummificata viva e seppellita in una regione sconosciuta. Duemila anni dopo, nell’odierno Iraq, in maniera fortuita (o disgraziata dipende dai punti di vista), viene rivenuta la tomba della nostra “mummia”, e durante il trasporto, l’aereo sul quale si trova viene attaccato da uno stormo di corvi, quasi a ricordare una delle piaghe inviate da Imhotep del film del 1999. Mentre si cerca di scoprire cosa sia successo, spunta fuori un organizzazione che combatte il male da secoli, chiamata Prodigy ,comandata dal dottor Henry Jekyll: si proprio quello del famoso romanzo, quello che ha la brutta abitudine di tirar fuori il suo letale alter ego Edward Hyde.

Non voglio rivelarvi altro in quanto se qualcuno ha voglia di vederlo, non voglio spoilerare troppo come al solito; posso però dirvi di non aspettarvi nulla di eccezionale, anzi non aspettatevi proprio nulla. Il make up è pessimo: quando viene inquadrata la cattiva di turno non si capisce se i segni sul volto che sul corpo siano in rilievo oppure disegnati a pennarello; le mummie sembrano uscite da un film di zombi tipo l’Alba dei Morti Viventi o da Walking Dead, senza parlare dell’accozzaglia di riferimenti a vari film come “un Lupo Mannaro Americano a Londra” e la Prodigy che sembra la versione cinematografica dell’Hellising dell’omonimo manga.

Questo film da 125 milioni di dollari, è stato accolto negativamente dalla critica; sul sito Rotten Tomatoes la pellicola riceve il 15% delle recensioni professionali positive con una valutazione media di 4,2 su 10, basandosi su 220 critiche, mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 34 su 100 basato su 44 recensioni. Mi fermo qui, mettendovi in guardia, se volete vedere un film, scegliete un altro titolo, se invece non resistete alla curiosità, spero che vi piaccia.

by Talparius

Marco Giovanni Lupani
Latest posts by Marco Giovanni Lupani (see all)

Categories:   Cinema & Tv

Comments

 

 

No, thanks!