Satyrnet.it

La Londra del Doctor Who

Per non farsi mancare nulla, da veri appasionati di Doctor Who, lo staff di Satyrnet è appena tornato da Londra per presentarvi un itinerario davvero nerd che ripercorre la capitale Britannica attraverso le scene girate nel popolare telefilm.

La police box di Earl’s Court: Affascinante, anche se non siete fan della serie del Doctor Who, poiché rappresenta un simbolo della britannicità. È molto facile da raggiungere, perché si trova all’incrocio delle linee Blu e Verde ed è appena fuori dalla stazione. Ovviamente l’ingresso all’interno non è consentito e si tratta di una autentica cabina blu della polizia ora completamente scomparse dal territorio.

The Who Shop: È il regno dei fan del Doctor Who, che si trova far far away nella periferia di Londra. Bisogna armarsi di molta pazienza percorrere le circa 18 fermate della District Line fine a Upton Park e camminare 10 minuti fino a Barking Road. Si tratta di un negozio di gadget inerenti il Dottore e si va dalle action figure anche di alle magliette, libri, cacciaviti sonici, vestiario, adesivi, oggetti per la casa. In uno spazio non eccessivamente ampio si colloca anche un museo con un Dalek a grandezza naturale e un Tardis utilizzato in uno dei film apocrifi del 1965. Unico difetto è che il negozio chiude alle 17.30 e i prezzi sono abbastanza alti. I proprietari sono molto disponibili e gentili e ci hanno dato la chiave per aprire il Tardis che rappresentava la porta di ingresso al museo.

Westminster Bridge: Uno dei ponti più famosi di Londra, posto di fronte al complesso del Big Ben e Houses of Parliament… e incluso in diversi episodi sia della serie classica che del reboot: è attraversato dai Dalek nel serial del 1964 “The Dalek Invasion of Earth” e, qualche anno dopo, dall’Undicesimo Dottore in moto con Clara in “The Bells of Saint John” (7×06).

London Eye: Prendendo la metro linea District, fermata Westminster si raggiunge facilmente un altro dei luoghi cult del Dottore: lo abbiamo visto nella sua Nona reincarnazione, tra le altre, in compagnia di Rose: nel pilot della nuova serie il London Eye, viene usato come un enorme trasmettitore dalla Coscienza Nestene.

Battersea Power Station: Un altro punto di riferimento di Londra è sicuramente la Power Station apparsa in diversi episodi, in “The Dalek Invasion of Earth” e “Rise of the Cybermen/The Age of Steel” (2×05-06), quartier generale dei Cybermen in una realtà parallela. Potete raggiungerlo tramite la Victoria line, fermate Pimlico o Vauxhall.

 Buckingham Palace/Downing Street: Raggiungibili a piedi dal complesso di Westminster. ci ricordano John Simm/Harold Saxon/The Master (3×12: “The Sound of Drums”) e i flatulenti Slitheen (1×04-05: “Aliens of London/World War Three”). Uno scorcio di Buckingam Palace è visibile quando per poco non è stato schiacciato dal “Titanic” guidato dal Decimo Dottore nello speciale natalizio “Voyage of the Damned”.

Trafalgar Square/National Gallery: Nello speciale del Cinquantenario “The Day of the Doctor”, vediamo  atterrare il Tardis con l’Undicesimo Dottore trasportato di peso dai membri dell’UNIT. Per raggiungere questa location è sufficiente raggiungere la fermata Charing Cross che si trova sulle linee Northern e Bakerloo.

St.Paul’s Cathedral: Scendete con la Central line alla fermata St.Paul’s raggiungendo Sermon Lane riconoscerete lo scorcio visto anche nel doppio episodio 8×11-12: “Dark Water/Death in Heaven”, con i Cybermen al servizio di Missy.

Shakespeare’s Globe
Nella zona di Southwark, potrete entrare al Globe Theater  il cui ingresso costa 16£. Siamo nella 3×02: “The Shakespeare Code”.

Southwark Cathedral/The Shard: Fine dell’episodio 3×06 (“The Lazarus Experiment”), con guest star Mark Gatiss nel ruolo del principale antagonista. Siamo a 10 minuti a piedi dal Globe o in metro fermata London Bridge (Northern e Jubilee line). Nei pressi è presente Shard, il grattacielo di oltre 300 metri progettato da Renzo Piano e “scalato” in moto da Eleven in “The Bells of Saint John”.

Tower of London: A 10 minuti a piedi dalla Southwark Cathedral, camminando lungo il Tamigi, o metro Tower Hill (District e Circle line),  troviamo la Torre di Londra. Che, come prigione, ha ospitato ben tre incarnazioni del Dottore (“The Day of the Doctor”). Dalla settima stagione siamo entrati più volte all’interno delle mura del castello per visitare gli archivi dell’UNIT (7×04: “The Power of Three”, 9×07-08: “The Zygon Invasion/The Zygon Inversion” ecc.). L’ingresso costa: 21,50£.

Canary Wharf Building: Alla fermata Canary Wharf (Jubilee line o DLR), troviamo quella che fu la zona nota per la battaglia contro Dalek e Cybermen in “Doomsday” (2×13), culminata con l’apertura della breccia infradimensionale che avrebbe dovuto risucchiare tutti i nemici del Dottore e che invece ha portato anche alla separazione tra lui e Rose.

The Brandon Estate: Rinominata Powell Estate nella serie, è qui che si trova l’appartamento di Rose, si trova a sud di Londra in zona 2 (Oval o Kennington sulla Northern Line).

Il Cimitero di Brompton: Qui pare che Moffat abbia trovato ispirazione per i famosi angeli piangenti che vediamo nella serie. Inoltre, al suo interno è stata girata una scena del primo film su Sherlock Holmes con Robert Downey Jr.

 

Fonte: http://www.telefilmaddicted.com/wordpress/per-l0807-12-imperdibili-location-whovian-a-londra/

 

Maria Merola

Maria Merola

Laureata in Beni Culturali, lavora nel campo del marketing e degli eventi. Ama Star Wars, il cosplay e tutto ciò che riguarda il mondo del fantastico, come rifugio dalla realtà quotidiana. In particolare è l'autrice del blog "La Terra in Mezzo" dedicato ai miti e alle leggende del suo Molise.

Aggiungi commento

Invia il tuo articolo

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti