Satyrnet.it

Menu

La grotta del Diavolo

000

Siamo a 1500 metri, Monte San Nicola si fa teatro del mistero… La grotta del Diavolo protagonista della leggenda che stiamo per raccontarvi, vede tre giovani coraggiosi sfidare la sorte. Si narra che il Diavolo custodisse in questa grotta i suoi tesori e che nessuno doveva osare soltanto entrarvi. Questi giovani, sprezzanti del pericolo decidono di sfidarlo e si recano a chiedere consiglio a quello che si può considerare una sorta di stregone. Questo stregone in realtà mirava anch’esso alle ricchezze della montagna, per cui incoraggiò i giovani a proseguire nella loro impresa dandogli tre ammonimenti: non portare immagini o simboli religiosi con sé, non nominare il nome di Dio e non avere timore mai.

Sfortuna volle che, a causa del terreno accidentato, senza rendersi conto, i giovani portarono con sé uno dei simboli vietati… I lacci degli scarponi si intrecciarono così da simboleggiare la croce. Lungo il loro cammino iniziarono ad accendersi delle fiammelle che li accompagnavano durante il percorso incrementando la loro paura. Mancava solo uno dei tre accorgimenti per infrangerli tutti definitivamente. Accadde anche questo, le fiamme aumentarono, avvolsero tutto e un terremoto scosse la montagna portando uno dei giovani a invocare il nome della Madonna. Un’altra scossa ancora più potente separò i tre giovani, uno si ritrovò nel pozzo della canonica di San Francesco in Agnone, un altro in un campo vicino il vescovato di Trivento e l’ultimo su una quercia.

tratto da:

logo

Maria Merola
Latest posts by Maria Merola (see all)

Categories:   Storia & Misteri

Comments

 

 

No, thanks!