Satyrnet.it

Menu

La Contessa Valentina Allegra de la Fontaine

Chi è la Contessa Valentina Allegra de la Fontaine che abbiamo conosciuto nel quinto episodio di The Falcon and the Winter Soldier? Nei fumetti originali, come riporta il sito ufficiale Marvel.com, la contessa Valentina Allegra de Fontaine è uno pseudonimo di una spia russa che lavora per una rete segreta chiamata Leviathan. Lei e la sua famiglia sono state trasferite in Italia durante la Guerra Fredda e le sono state date le loro identità di “de Fontaine”. Dopo che i suoi genitori spia sarebbero stati uccisi da agenti russi, Valentina sarebbe stata reclutata dallo SHIELD appena formato e addestrata come una super spia a pieno titolo.

Durante l’episodio delle serie TV di Disney+, dopo che John Walker (Wyatt Russell) è stato privato del titolo di Capitan America e del suo grado militare a causa delle sue azioni deplorevoli, si siede su una panchina e si lamenta con sua moglie Olivia. Lo sfogo di John viene però interrotto dai passi di qualcuno… con tacchi molto “rumorosi”… Una sconosciuta vestita di viola (e con una ciocca di capelli “coordinata” sulla fronte) si avvicina alla coppia presentandosi, appunto, come Valentina Allegra de Fontaine. È Julia Louis-Dreyfus, la star di serie comiche pluripremiate come Veep e Seinfeld . Valentina si stringe tra Walker e sua moglie e cerca, a modo suo, di confortare  l’ex Cap, commentando la sua decisione di iniettarsi il siero del Supersoldato:

“Ti ha reso molto, molto prezioso per certe persone. In realtà penso che sia stata la seconda scelta migliore che tu abbia mai fatto nella tua vita”.

Tornando al mondo dei fumetti Marvel, la storia della Contessa dal “ciuffo bianco” (non viola come la serie di Disney+) è leggermente più complicata di quanto brevemente descritto sul sito ufficiale. Il personaggio, creato da Jim Steranko (testi e disegni) che si era ispirato alle Bond Girls, esordisce su Strange Tales n. 159 e diviene la principale comprimaria della testata Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. Da caparbia agente segreta spesso irriverente nei confronti del protagonista, la contessa ne diviene la principale “crush” e proprio la sua presenza porta la serie a dare scandalo nel luglio 1968, quando il Comics Code Authority ha fatto modificare all’allora direttore artistico della Marvel Comics John Romita Sr. le tavole 9 e 11 del secondo episodio, rappresentanti una scena di seduzione tra la Contessa e Nick.

Come abbiamo accennato, redigere una biografia di un personaggio Marvel traendola dai fumetti è estremamente difficile per la quantità esponenziale di “cambi” di storia che questa mitologia ha realizzato nel corso dei decenni. Ci viene in aiuto Wikipedia per descrivere alcuni punti focali della complicata bio della Contessa Valentina Allegra de la Fontaine. Secondo una delle tante storyline, la nobildonna, nata a Roma, figlia unigenita dei conti de la Fontaine, è cresciuta nel jet set europeo finché i suoi genitori, membri di un movimento anti-comunista, vengono assassinati da un gruppo terroristico. Valentina, rimasta orfana, inizia a disprezzare la vacuità dei socialite e si avvicina all’amico di famiglia Dum Dum Dugan per  entrare in un’accademia di addestramento dello S.H.I.E.L.D. al fine di diventare un’agente operativo.

Il direttore Nick Fury, in una visita all’accademia, sceglie proprio la giovane come sparring partner per uno scontro di dimostrazione; la donna riesce a metterlo al tappeto in un colpo solo, impressionandolo a tal punto da essere immediatamente promossa a agente operativo come diretta collaboratrice di Nick. Il rapporto tra i due, inizialmente basato su provocazioni, si evolve fino a sfociare in una evidente attrazione, che porta l’uomo a lasciare la sua fidanzata di allora, Laura Brown, per iniziare una relazione con Val, la quale, almeno inizialmente, continua flirtare con altri uomini, tra i quali lo stesso Capitan America.

Le sue abilità come agente fanno si che in breve tempo, sia messa a capo della squadra femminile denominata “Femme Force” con Sharon Carter, con cui ha sin da subito un rapporto conflittuale che le farà decidere di abbandonare questa mansione.  .

Durante la saga legata all’Affare Deltite, in cui centinaia di agenti dello S.H.I.E.L.D. sono stati rimpiazzati da sofisticati androidi Life Model Decoy Modello Delta (i Deltite),originariamente al servizio dell’HYDRA e successivamente divenuti senzienti, Valentina Allegra de la Fontaine insieme a Dum Dum Dugan, Gabe Jones, Al MacKenzie e Alexander Pierce, riesce a neutralizzare i robor ma i danni provocati alle strutture e al personale dello S.H.I.E.L.D. porterà ben presto allo smantellamento dell’agenzia. Il clima di sfiducia insinuatosi tra Val e Nick in seguito all’incidente pone fine alla loro relazione, motivo per il quale la contessa si unisce alla CIA assieme al nuovo compagno Al MacKenzie. Quando però Fury rifonda lo S.H.I.E.L.D., Val torna al suo fianco e diviene la sua seconda in comando iniziando a ricucire il loro rapporto finché, dopo che questi la salva dalle grinfie del Barone von Strucker, i due ritornano una coppia. La ritrovata fiducia tra Val e Nick porta quest’ultimo a nominarla erede alla direzione dell’agenzia in caso di sua assenza o scomparsa prematura. Quando però Nick simula la sua morte per mano del Punitore, la contessa non ne viene informata fino al suo ritorno, cosa che raffredda nuovamente il loro rapporto sebbene, negli anni successivi, rimanga la principale confidente e alleata di Fury.

Dopo lo scandalo della guerra segreta di Fury in Latveria e la conseguente rimozione dell’uomo dalla carica di direttore dello S.H.I.E.L.D., Val, pur non essendone al corrente viene marchiata come “fedele” del latitante Nick Fury e, di conseguenza, la nuova direttrice Maria Hill la rimuove dalla carica di vicedirettrice relegandola al ruolo di agente di collegamento tra lo S.H.I.E.L.D. e i servizi segreti britannici, nel quale assiste Union Jack per debellare la tentata invasione di Londra ad opera dell’AIM.

Nella saga Secret Invasion, Nick Fury scopre la presenza ostile degli Skrull proprio perché un alieno che si spaccia per Val tenta di assassinarlo. Successivamente un altro impostore con le fattezze della contessa aggredisce Dugan e ne prende il posto facendosi poi saltare in aria per distruggere la base orbitale dello S.W.O.R.D.. Terminato il conflitto, sia Val che Dugan vengono ritrovati in stasi all’interno di un’astronave Skrull e tratti in salvo.

Agli albori della battaglia tra i Secret Warriors di Fury, Leviathan e le forze congiunte di HYDRA ed H.A.M.M.E.R., apparentemente la contessa fa il doppio gioco per Fury entrando nell’organizzazione terroristica neonazista nei panni della misteriosa Madame Hydra ma, successivamente, rivela di aver sempre parteggiato per Leviathan, dato che i suoi genitori erano in realtà agenti dormienti del KGB infiltrati nell’ambiente anti-comunista italiano. Fury, da tempo al corrente di ciò, impedisce alla donna il proposito di creare un esercito di supersoldati provocando la morte di tutti i membri di Leviathan, con la sola eccezione di Orion, che riesce a fuggire. Arresasi e lasciatasi catturare dall’Interpol, la contessa viene processata ed imprigionata, sebbene poi Fury tenti di salvarla.

Questo è quanto successo nei fumetti “canonici”, ma in quelli “alternativi”, ecco un breve carrellata:

  • Nell’universo de La Rinascita degli Eroi compare una versione alternativa della Contessa de la Fontaine, molto simile alla controparte classica, ed alla guida di un’unità di agenti S.H.I.E.L.D..
  • Nella realtà alternativa “Marvel Boy, agente dello S.H.I.E.L.D.” in cui Noh-Varr è un agente dello S.H.I.E.L.D., Valentina Allegra de la Fontaine è l’agente supervisore della sua unità, sebbene la vera missione assegnatale dal direttore Fury sia quella di mappare e copiare il genoma del ragazzo per clonarlo e prevenire un’invasione Skrull.
  • Nel futuro alternativo di MC2, la Contessa de la Fontaine è un’agente anziano dello S.H.I.E.L.D. che collabora con Spider-Girl.
  • Nell’universo della miniserie Mutant X, la contessa è una degli agenti dello S.H.I.E.L.D. che affrontano Havok a Liberty Island quando questi tenta di ostacolare il loro tentativo di rilasciare nell’atmosfera il Virus Legacy sterminando tutti gli individui dotati di superpoteri.
  • Nella realtà alternativa di Terra X, Val è una delle tante vittime di “HYDRA”, una forma di vita aliena tentacolare che necessita di assorbire menti per potersi espandere e sopravvivere.
  • Nell’universo Ultimate, Allegra de Fontaine è la presidentessa di una della multinazionale OXE Group nonché, segretamente, membro del Kratos Club; lobby di miliardari fondata allo scopo di far sì che venga operato il bene dell’umanità a prescindere dal costo.
  • Il personaggio è stato reinventato in due scenari della serie fuori continuity What If?: nel primo, che immagina cosa succederebbe se Jessica Drew fosse una supercriminale; Valentina de la Fontaine è la direttrice dello S.H.I.E.L.D., ossessionata dall’idea di catturare la Donna Ragno per vendicare l’omicidio di Fury; nel secondo, che immagina cosa succederebbe se Steve Rogers avesse deciso di smettere d’essere Capitan America; la contessa è una dei tanti agenti S.H.I.E.L.D. che fanno un breve cameo.

La Contessa Valentina Allegra de la Fontaine, interpretata da Lisa Rinna, è la protagonista femminile del discitubile film TV “Nick Fury: Agent of S.H.I.E.L.D.”. Concepito come episodio pilota di una serie televisiva incentrata sul personaggio successivamente abbandonata, il film, distribuito dalla 20th Century Fox, è stato uno dei primi adattamenti live action di Marvel Films dopo aver cambiato nome in Marvel Studios. La regia è stata affidata a Rod Hardy mentre la sceneggiatura a David S. Goyer che, nello stesso anno ha inoltre scritto l’adattamento cinematografico di un altro fumetto Marvel Comics, Blade. Le riprese si sono svolte in Canada. Rispetto alla controparte cartacea, Valentina è priva della caratteristica ciocca di capelli bianchi…

Tornando al Marvel Cinematic Universe, Vanity Fair, ha dichiarato, il 16 Aprile 2021 che Louis-Dreyfus sarebbe dovuta apparire per la prima volta nei panni di Valentina Allegra de Fontaine nel lungometraggio Black Widow a fianco di Scarlett Johansson. Come sappiamo bene, Black Widow è stato originariamente progettato per essere diffuso nei cinema ben prima di The Falcon and the Winter Soldier, ma la situazione sanitaria globale ha cambiato quest’idea iniziale (Black Widow dovrebbe ora uscire il 9 luglio nei cinema e su Disney + con Premier Access). Il film sulla Vedova Nera dovrebbe narrare i legami di Natasha Romanoff con la struttura di addestramento per spie sovietiche Red Room, quindi parrebbe che Valentina di Louis-Dreyfus mantenga il plot legato alla origine russa. Ciò significa che vedremo molto di più Valentina Allegra de Fontaine nella fase quattro dell’MCU.

Gianluca Falletta
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Categories:   Approfondimenti, Books + Comics, Cinema & Tv

Comments

 

 

No, thanks!