Satyrnet.it

La bussola d’oro: un buon film fantasy?

 

La bussola d’oro è un film fantasy del 2007 l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Philip Pullman, primo volume della trilogia Queste oscure materie. Le riprese del film sono iniziate il 4 settembre 2006 si sono svolte in gran parte in Inghilterra a Oxford, una piccola parte di scene è stata girata in Svizzera e in Norvegia. Il budget per la realizzazione del film è stato di circa 180 milioni di dollari ed ha incassato complessivamente oltre 372 milioni di dollari, con 70 milioni nei soli Stati Uniti d’America, e 9.393.000 di euro in Italia.Sebbene venisse ipotizzata la trasposizione dell’intero ciclo di Queste oscure materie, gli studi hanno sospeso i progetti per gli altri due capitoli della saga, a causa principalmente della crisi economica del 2008.

https://www.youtube.com/watch?v=M7FsnZzjnaA

Ecco cosa ne pensa il blogger Fosco del Nero: Il regista è Chris Weitz, lo stesso di New moon, il noto sequel di Twilight, mentre gli attori (meglio, le attrici) principali sono la giovane Dakota Blue Richards (Moonacre – I segreti dell’ultima luna) e la ben più esperta Nicole Kidman (Moulin rouge, Eyes wide shut, The others). Il film è un connubio tra fiaba infantile e fantasy per grandi, pur se pende dalla prima parte. Ecco la storia in breve: ogni essere vivente ha il suo daemon, ossia la personificazione della propria anima sotto forma di animale parlante. Tuttavia, un gruppo misterioso, gli ingoiatori, trama per separare tutti i bambini dai loro daemon, e difatti molti bambini stanno sparendo…

La giovanissima Lyra si metterà ad indagare sul fenomeno, venendo poi completamente coinvolta dagli eventi, e venendo a contatto con altri gruppi: i gyziani, gli orsi polari, etc. Il film ha sia punti forti che punti deboli. Tra i primi l’ottima cura estetica: la scenografia e le atmosfere fantasy, alcuni spunti (come quello dei daemon). Tra i secondi, dei personaggi non memorabili e un po’ stereotipati e un clima generale freddo e piatto, che dà al film una sensazione di buon compitino ma non di opera memorabile. Il risultato è dunque un film fantasy decente, ma nulla più.

Redazione

Redazione

C'è un mondo intero, c'è cultura, c'è Sapere, ci sono decine di migliaia di appassionati che, come noi, vogliono crescere senza però abbandonare il
sorriso e la capacità di sognare.

Satyrnet.it vuole aiutare tutti gli appassionati che si definiscono "NERD"
a comunicare le proprie iniziative e i propri eventi: se volete inviare il
vostro contenuto per una pronta condivisione sul nostro network, l'indirizzo è press@satyrnet.it !
Aspettiamo le vostre idee!

Aggiungi commento

Invia il tuo articolo

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti