Satyrnet.it

Il libro della Giungla (live Action)

Il Libro della Giungla, diretto da Jon Favreau, apprezzato regista di grandi successi come Iron Man, cattura gli spettatori portandoli in un’emozionante avventura nel cuore della giungla. Basata sui racconti senza tempo di Rudyard Kipling questa magistrale rivisitazione del celebre classico Disney trasporterà gli spettatori in un’epica avventura live action, che vede protagonista Mowgli (l’esordiente Neel Sethi), un cucciolo d’uomo cresciuto da una famiglia di lupi. Mowgli è costretto a lasciare la giungla quando la temibile tigre Shere Khan, segnata dalle cicatrici dell’uomo, giura di eliminarlo per evitare che diventi una minaccia. Costretto ad abbandonare la sua unica casa, Mowgli s’imbarca in un avvincente viaggio alla scoperta di se stesso, guidato dal suo severo mentore, la pantera Bagheera e dallo spensierato orso Baloo. Lungo il cammino, Mowgli s’imbatte in creature selvatiche non proprio amichevoli, tra cui il pitone Kaa, che ipnotizza il cucciolo d’uomo con il suo sguardo e la sua voce seducente, e King Louie, il sovrano adulatore che tenta di costringere Mowgli a rivelargli il segreto del mortale e sfuggente fiore rosso: il fuoco.
 
 

In occasione della D23 Expo, la grande convention Disney che si è svolta nel weekend di ferragosto del 2015 , è stata diffusa la prima locandina ufficiale di “Il Libro della Giungla“. Sul palco della convention, insieme al regista Jon Favreau e i protagonisti Ben Kingsley, Lupita Nyong’o, il piccolo Neel, di soli 10 annii, è stato osannato come una grande star, il pubblico si è innamorato della dolcezza del giovanissimo attore prima di “esplodere” per il primo teaser della pellicola. Il cast è sorprendente Bill Murray è l’orso Baloo (durante la presentazione  ha avuto spazio anche la sua versione del brano “Lo stretto indispensabile”), Ben Kingsley è Bagheera, la pantera nera, la voce del serpente Kaa è della bellissima Scarlett Johanson, la mamma lupo di Mowgli è Lupita Nyong’o  e, infine, Idris Elba la tigre Shere-Khan. L’animazione è assolutamente fantastica quasi fotorealistica per questo progetto che vuole essere un remake fedele al fortunato film cartoon Disney con approfondimenti inediti verso il libro originale.

Presentato alla stampa italiana in anteprima a Roma il 12 aprile 2016 nell’elegante cornice dell’Hotel Bernini Bristol di Roma, la rivisitazione live action “nella versione italiana”, vanta un magistrale cast di voci italiane. L’amorevole lupa Raksha, che adotta il cucciolo d’uomo abbandonato nella giungla, ha infatti la voce della nota attrice Violante Placido. Il pluripremiato attore Toni Servillo è Bagheera, la splendida e nobile pantera, severo mentore del ragazzo, e il celebre attore e conduttore Neri Marcorè interpreta Baloo, lo spensierato orso dallo stile anticonformista. Il gigantesco King Louie, il sovrano adulatore alla disperata ricerca del segreto del letale “fiore rosso” degli uomini (il fuoco), ha la voce del popolare attore e conduttore televisivo Giancarlo Magalli, mentre la pluripremiata attrice Giovanna Mezzogiorno è Kaa, il gigantesco pitone che utilizza la sua voce seducente e il suo sguardo ipnotico per far cadere Mowgli nella trappola del suo ‘avvolgente’ abbraccio.
 
 
 

Brigham Taylor ha dichiarato:
 
“Il Libro della Giungla è una storia universale, in cui tutti possono identificarsi, che racconta il percorso di crescita di un bambino. Walt Disney ha raccontato la storia attraverso l’animazione tradizionale ma noi oggi abbiamo la tecnologia adatta per portare in vita questi personaggi, rendendoli fotorealistici: possiamo inserire perfettamente un bambino vero all’interno di un ambiente digitale, in modo totalmente credibile”. 
 
Secondo Favreau, la storia è comunque il fattore principale:
 
“Penso che i film debbano offrire un’esperienza emozionante. Un grande spettacolo visivo non ha valore se il pubblico non riesce a creare un legame emotivo con i personaggi. Ogni storia deve possedere umanità, emozioni e umorismo, senza però tradire le intenzioni del film. L’obiettivo è quello di trasportare il pubblico in un’avventura. Il pubblico vuole il brivido, il divertimento. Ho cercato di fare un film che vorrei vedere anch’io”.
 

Il film è ricco di personaggi creati in digitale che si muovono in ambientazioni meravigliose le quali fondono scenografie autentiche con ambienti altrettanto digitali. Per il film, sono state create in digitale più di 70 specie diverse di animali, tra cui gli iconici protagonisti – Baloo, Bagheera, Kaa, Shere Khan e i lupi che adottano Mowgli – e centinaia di primati, che comprendevano King Louie e le Bandar-log, ossia l’esercito di scimmie che vive nella giungla di Seeonee.

 

Il visual effects supervisor Robert Legato, afferma:

 
“È un film fotorealistico radicato nel mondo reale… Credo che sia molto interessante. La sfida più grande risiede nel fatto che tutti noi – compresi gli spettatori – conosciamo molto bene l’aspetto degli animali nel mondo reale. Nel nostro film questi condividono la scena con un bambino vero. Dovevamo resistere alla tentazione di renderli troppo cinematografici. Il realismo doveva avere la priorità”.
 
 
 
 
Nelle versioni Blu-Ray, numerosi contenuti speciali renderanno ancora più magica e avventurosa l’esperienza di visione. In Una Nuova Versione de Il Libro della Giungla è ad esempio possibile scoprire come il regista Jon Favreau e il supervisore degli effetti visivi Robert Legato hanno discusso per creare la miglior rivisitazione possibile di questa storia senza tempo. Io sono Mowgli accende i riflettori sul dodicenne attore Neel Sethi che è stato selezionato tra migliaia di aspiranti in tutto il mondo per interpretare il protagonista. Con questo speciale si ha la possibilità di conoscere meglio Neel con un assaggio della sua vita quotidiana prima di iniziare a girare, fino al provino e alla sua esperienza sul set. Una delle scene più sorprendenti del film è sicuramente quella ambientata nel tempio di King Louie quando il mastodontico gorilla cerca di convincere il giovane Mowgli a svelare il segreto del prezioso “fiore rosso” dell’uomo. Ne Il Tempio di King Louie: Strato per Strato sono contenuti tutti i segreti di questa sequenza con uno sguardo dietro le quinte. Nel tradizionale Commento Audio, infine, il regista Jon Favreau spiega il suo personale punto di vista scena per scena de Il Libro della Giungla, con tutto l’umorismo e la sincerità che ci si aspetta da un poliedrico attore, scrittore, regista e produttore del suo calibro.
 

 

Enrico Ruocco

Enrico Ruocco

Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE.
In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET.
Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI. Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO…
Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.

Aggiungi commento

Invia il tuo articolo

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti