Satyrnet.it

Menu

Goldrake all’attacco!

Nei decenni passati dai primi anni 80 agli anni 90, visto il boom di molte linee di giocattoli e anche di serie sia televisive che a cartone animato, vennero anche creati tutta una linea di giochi da tavolo. Vorrei iniziare con un gioco che potremmo definire “Vintage”, in quanto venne prodotto dalla Mattel nei primi anni 80, ispirato a una famosa serie televisiva animata molto in voga in quegli anni, e che in questo periodo ha anche festeggiato i suoi 40 anni dalla sua messa in onda, sto parlando di Atlas Ufo Robot, e il gioco in questione è “Goldrake all’attacco”.

Come molti giochi della Mattel di quel periodo, esso aveva un regolamento di facile interpretazione con semplici regole chiare e comprensibili, dopotutto esso era rivolto a un pubblico molto giovane, in questo caso poi il regolamento era addirittura scritto sul retro del coperchio della scatola; però nonostante la sua semplicità, Goldrake all’attacco aveva delle meccaniche di gioco molto divertenti e intriganti, infatti viste le varie fasi per lo svolgimento e la risoluzione del gioco è come se racchiudesse tre giochi in uno, regalando molti momenti di divertimento assicurato.

Contenuti del gioco

  • 1 mappa/plancia di gioco
  • 1 roulette numerata per il movimento e per il combattimento contro i dischi volanti
  • 4 segnalini dei giocatori colorati
  • 4 plance mostro spaziale
  • 24 carte arma di Goldrake
  • 6 carte arma mostro spaziale
  • 32 segmenti puzzle del disco di Goldrake

Svolgimento del gioco:  Dopo aver posizionato la mappa/plancia di gioco, i giocatori prendono a testa un segnalino colorato, 6 carte arma di Goldrake a testa e una plancia mostro spaziale, e poi si decide chi è il primo giocatore. Il gioco si svolge in tre fasi differenti, esso non sarebbe altro che una rappresentazione di una puntata del cartone animato Atlas Ufo Robot, dove la prima fase è rappresentata dalla corsa di Actarus per raggiungere Goldrake, la seconda fase è lo scontro con il mostro spaziale e la terza fase consiste nello scontro finale contro i minidischi e la base di Hidalgo il capo delle forze di invasione.

Fase 1: I giocatori si posizionano sulla casella di partenza nella casella con Actarus e a turno girano la roulette, il numero dove si ferma la freccia sono di quante caselle si muove la pedina, e si continua così finché non si raggiunge la casella con il disco e inizia il percorso dello scontro con il mostro spaziale.

Fase 2: Quando si è raggiunto il percorso con il mostro spaziale, inizia la battaglia, che consiste nell’arrivare sulla casella numerata, utilizzando la roulette numerata, contraddistinta da un esplosione, appena un giocatore la raggiunge inizia la battaglia: avverrà uno scontro con l’utilizzo delle carte, il giocatore sceglie una delle carte arma di Goldrake, e uno dei giocatori avversari prende una carta Arma del mostro spaziale, dopo aver selezionato le rispettive carte, entrambi i giocatori le rivelano e si effettua la risoluzione del duello; tale risoluzione si evince dalla scritta che vi è sulla carta, alcune armi ne sconfiggono altre o ne sono immuni, se vince il giocatore di Goldrake prende il segmento di puzzle e lo posiziona sulla sua plancia mostro spaziale, se invece viene sconfitto, rimane fermo un turno finché non vince il duello. La fase due finisce quando si vincono tutti e 8 gli scontri con il mostro spaziale e si ha completato il puzzle nella plancia, da lì in poi inizia la terza ed ultima fase.

Fase 3: Si sceglie uno dei percorsi per raggiungere la Base Madre e come sempre il movimento viene determinato dalla roulette numerata, appena ci si posiziona in una casella contenente un disco volante, inizia la battaglia, qui viene utilizzata la roulette numerata, infatti in ogni spicchio, alternati, vi sono un disco intatto e uno distrutto, il giocatore gira la freccia, se la freccia finisce sul disco distrutto il giocatore può proseguire il turno successivo, se finisce su quello intatto rimane bloccato un turno finché alla fine non distrugge il disco volante. Il gioco finisce quando un giocatore arriva alla sommità della Base Madre e viene decretato non solo vincitore ma unico e solo Goldrake!

Come detto, regole molto semplici ma con una dinamica piena di incognite e di casualità e alla fine è quello che dà il vero brivido del gioco, ricco poi di illustrazioni in stile cartone animato della serie lo rende ancora più bello e inimitabile, un gioco studiato per i più piccoli, ma anche adatto ai più grandi, dopotutto chi non ha mai segretamente voluto pilotare il Goldrake. Un pezzo vintage molto difficile da trovare, ma non impossibile, e in casi molto fortunati anche a prezzi abbordabili, se vi capita l’occasione cercate di prenderlo, per tutta una serie di motivi, uno tra tutti riguarda i nostalgici che avranno tra le mani un pezzo di storia. Non è male avere un gioco da tavolo adatto a tutte le età da giocare in famiglia oppure tra amici per trascorrere una serata in allegria.

Marco Giovanni Lupani
Latest posts by Marco Giovanni Lupani (see all)

Categories:   AULAMANGA, Gaming, Glorie Nerd Vintage

Comments

 

 

No, thanks!