Satyrnet.it

Godzilla: King of the Monsters. “Lunga vita al RE!”

Godzilla: King of the Monsters, uscito il 30 maggio 2019, è il secondo capitolo con protagonista il lucertolone radioattivo più famoso del mondo e terzo film del filone Monsterverse creata dalla Warner Bros e dalla Legendary Entertaiment,saga che si concluderà nel 2020 con la prevista uscita del film “Godzilla vs Kong”. Oltre a Godzilla (Gojira in originale), in attesa dello scontro finale con il colosso scimmiesco Kong, per questo film come si è già visto nei vari trailer, appaiono molti altri mostri tre dei quali appartengo al panorama “mostruoso” dell’universo creato da Ishiro Honda papà di Godzilla,e sono il gigantesco mostro alato Rodan, la mastodontica falena Mothra e il potente tricefalo dorato,nonchè nemesi di Godzilla King Ghidora. Però all’interno del film non sono solo i giganteschi Kaiju a farla da padrone e nemmeno i loro epici scontri, infatti vi è anche un cast di tutto rispetto, con una trama molto interessante e che si collega non solo a Godzilla del 2014, ma anche a Kong Skull Island del 2017, ma grazie anche alla bravura degli attori e un plauso alla sceneggiatura, vi è quasi del tutto l’assenza di tempi morti, e non lo rende solo un film incentrato sugli scontri tra titani.

Nel cast figurano attori come Ken Watanabe, già protagonista del primo film con il ruolo del Dott. Serizawa, apparso anche in film come L’Ultimo samurai, Pokemon detective Pikachu e in Batman Begins; Charles Dance, che lo ricordiamo in film come Dracula Untold, Underworld -il risveglio- e Blood Wars, PPZ matrimoni e pregiudizi zombi e Space Truckers per citarne alcuni e la memorabile Vera Farmiga protagonista della serie di film horror dedicati a The Conjuring nel ruolo di Lorraine Warren e di atri film come l’Uomo sul treno e il Bambino col pigiama a righe

Il film riprede alcuni anni dopo gli scontri di San Francisco tra Godzilla e i M.U.T.O. e con la rivelazione al mondo dell’organizzazione governativa M.O.N.A.R.C.H., e dell’esistenza di altri possibili mostri giganteschi sparsi e dormienti in tutto il mondo, mentre si sta cercando di discutere come affrontare un altra eventuale emergenza di queste proporzioni e di come poter affrontare Godzilla, in varie località del mondo si risvegliano altri titani, Rodan, Mothra e Ghidora, i quali vogliono riprendersi il mondo che gli apparteneva di diritto prima della venuta del genere umano, ovviamente Godzilla non starà a guardare ed entrerà nel ring per affrontare gli altri titani per decidere chi sarà il solo ed unico ad essere incoronato il solo ed unico “King of the Monsters”

Dougherty ha diretto da una sua sceneggiatura realizzata in collaborazione con Zach Shields. Il film è stato prodotto da Mary Parent, AlexGarcia, Brian Rogers, Thomas Tull e Jon Jashni, con Zach Shields, Barry H.Waldman, Dan Lin, Roy Lee, Yoshimitsu Banno e Kenji Okuhira come produttoriesecutivi, e coprodotto da Alexandra Mendes e Jay Ashenfelter della Legendary. Dietro la cinepresa, il team creativo di Dougherty include il direttore della fotografia Lawrence Sher, nel cui curriculum troviamo film come “War Dogs” e “Godzilla”, del quale ha curato anche la fotografia aggiunta;lo scenografo Scott Chambliss (“Guardians of the Galaxy Vol. 2”, “Star TrekInto Darkness”); i montatori Roger Barton (“Pirates of the Caribbean: Dead MenTell No Tales”, i film di “Transformers”), il candidato all’Oscar® RichardPearson (“United 93”, “Kong: Skull Island”) e Bob Ducsay (“Godzilla”, “StarWars: The Last Jedi”); la costumista Louise Mingenbach (i film di “X-Men” e“Hangover”); e il supervisore agli effetti visivi premio Oscar® Guillaume Rocheron (“Godzilla” “Ghostin the Shell”, e parte della squadra premio Oscar di “Life of Pi”).

Come fan sfegatato di Gojira, sono andato a vederlo proprio oggi il giorno di uscita, e lo ammetto forse sono stato un po’ laconico sulla trama, però non volevo causare involontari spoiler, l’unica cosa che posso dirvi e che questo film merita davvero tanto, come film d’azione e di fantascienza non gli manca nulla, e per i fan del nostro pachidermone preferito, vi sono all’interno del film molte citazioni ad altre pellicole rifacenti ai passati film di Godzilla, a parer mio è un film che merita davvero almeno una seconda visione, ed infatti mi stò preparando per andarlo a rivedere una seconda volte e da vero Godzy-fan anche una terza, ma come sempre questo è solo il mio parere però vi dico che se lo vedrete almeno una volta, non ne rimarrete delusi. Parola! Unico spoiler che posso rivelarvi  è questo, rimanete fino alla fine dei titoli di coda.

Marco Giovanni Lupani

Marco Giovanni Lupani

grande appassionato di cinema di fantascienza, fantasy, horror e Trash. Interessato anche ai fumetti di ogni genere dai comics ai manga a quelli d'autore. Cosplayer della vecchia guardia dagli anni 90
intrigato da ogni cosa che possa stimolare la sua curiosità

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti