Satyrnet.it

Menu

Trizia anche in Italia

fdfsafs

Trizia, la sexy disegnatrice di fumetti, arriva in Italia! Frutto del talento di Pedro Perez, ha conquistato facilmente i cuori di tutti! Il fumetto si può già prenotare su Amazon: http://www.amazon.it/dp/8889786590 .La settimana prossima sarà in anteprima al Cartoomics di Milano allo stand Edizioni Dentiblù e dal 29 marzo in tutte le librerie!L’autore Pedro Pérez sarà presente al Comicon di Napoli (22-25 aprile – http://www.comicon.it/pedro-perez/)

È mai possibile che un’aspirante fumettista super-nerd sia anche un gran bel pezzo di fi… ehm… di figliola? Sarà il disegnatore Pedro Perez a rispondere a questa domanda, con il suo volume a fumetti “Trizia”, una rossa mozzafiato dalle prosperose e morbide curve. La protagonista è una ragazza normalissima con un talento speciale per il disegno. È timida e molto ingenua ma quando si arrabbia tira fuori un carattere forte. Ha un sogno ed è quello di guadagnarsi da vivere come disegnatrice professionista. Ma ecco che un giorno l’occasione arriva: Trizia finisce in uno studio di creazione di videogiochi con un capo prepotente e con dei colleghi davvero particolari… Sarà il primo passo di una nuova tappa della sua vita? Alla fine il suo sogno diverrà realtà? Sarà veramente tutto così bello e perfetto come se lo immaginava? Nessuno può saperlo, nemmeno Trizia!

Pedro Pérez inizia la sua carriera nel 1998 nel mondo dell’animazione, svolgendo il lavoro di storyboard e character design per le produzioni Planet 51 di Ilion Animation Studios nonché Le avventure di Taddeo l’esploratore e Capture the Flag di Lightbox Entertainment, dove tutt’ora sta prestando servizio da sei anni, affiancandovi alcune incursioni nel mondo dei fumetti per vari editori spagnoli come Dibukks, in cui ha mosso i primi passi nel mondo dell’editoria. I suoi ultimi lavori sono stati pubblicati da Edizioni Ominiky, col suo artbook che ha dato il via alla serie portata avanti da questa casa editrice.

Enrico Ruocco
Latest posts by Enrico Ruocco (see all)

Categories:   Articoli, AULAMANGA

Comments

 

 

No, thanks!