Satyrnet.it

Menu

Essere Nerd è sempre più sexy

0

Bill Gates, il signore dei Nerd del creato, una volta disse “Siate gentili nei confronti dei Nerd. Ci sono buone possibilità che un giorno finirete con il lavorare per uno di loro”… ma a quanto pare anche a “innamorarvi” di uno di loro!  Vi vogliamo parlare di una determinata tipologia di persone che sono attratte intellettualmente, ma anche “molto” fisicamente, da coloro che hanno fatto della loro intelligenza il proprio stile di vita! Dunque se siete attratte o attratti più che dall’aspetto fisico, dall’intelligenza di una persona … potete considerarvi “sapiosessuali”.

Già da qualche tempo ormai, vera icona social dell’irrefrenabile “passione da Nerd” è il leggendario Alberto Angela. Adorato non solo dal pubblico di appassionati di scienza ma anche e sopratutto dal gentil sesso che non riesce a rimanere immune al suo fascino. Il Paleontologo più famoso d’Italia rappresenta per moltissimi un ideale di uomo che sa parlare con disinvoltura della nascita dell’Universo e delle diverse culture umane come con lo charme di chi ha vissuto la vita in modo avventuroso… un po’ come Indiana Jones ma con meno muscoli! Ecco, Alberto Angela è, al momento, uno dei “vip” più amati e corteggiati della grande comunità sociale! Meta ambita di tutte le donne che si considerano (o vengono considerate) appartenenti alla categoria “Sapiosexual”.

Chi si definisce sapiosessuale dichiara che quello che realmente li attrae non è il corpo o il viso di una persona, ma la capacità altrui di sostenere una conversazione intelligente e piena di contenuto. Questo è sufficiente per scatenare forti impulsi ti tipo fisico verso quella persona.

Questo termine è nato “nel secolo scorso”, nel sottobosco dei primissimi blogger: fu “universalmente” coniato da Wolfieboy del LiveJournal nel lontano 1998 cercando di definire  l’attrazione sessuale che provava per gli individui ingegnosi, perspicaci e svegli: per i Nerd. Il termine fu reso celebre quasi dieci anni dopo da Kayar Silkenvoice con l’esplosione mediatica del suo sito Sapiosexual.com (ora inattivo). Nel 2016, con più di 400 mila risultati su Google, il termine “sapiosessuale” è stato infine definito, sul marmo effimero della retee, dal dizionario Urbandictionary.com come:”Orientamento caratterizzato da una forte attrazione per l’intelligenza, spesso al di là del genere sessuale…”.

Alcuni sociologi e psichiatri affermano che questa tendenza è anche una maniera di fuggire dalla superficialità:  trovarsi davanti ad una persona intelligente è sopratutto una forma di sfida interiore, esporre se stessi al massimo per essere all’altezza delle circostanze a di chi ci sta di fronte. In tal senso, Wendy Suzuki, docente di Psicologia alla New York University ha scritto un manuale, edito da Sperling & Kupfer, dal titolo evocativo “Happy Brain”. Nel saggio, l’autrice, descrive il sapiosessuale come “un individuo intelligente e attratto dalle conversazioni brillanti che considera il fulcro di una relazione a lungo termine … Ci sono persone che danno molta importanza al corpo e, di conseguenza, lo considerano discriminante nella ricerca di un partner affine. Per altre contano di più idee, opinioni, sintonia intellettuale… “. Le conclusioni dell’autrici sono molto dirette e interessanti: “l’affinità intellettiva non esclude la sfera delle emozioni e della fisicità. La differenza, rispetto a una relazione cosiddetta normale, è che la mente è parte fondamentale dell’attrazione”.

Insomma, non è una moda del momento, ma fonda le sue radici in oltre 20 anni di studi psicologici e sensazionalistici “ritorni di fiamma”. In quasi 20 anni, questa strana ma (grazie a Dio) reale pulsione erotica verso la materia grigia è letteralmente esplosa, anche grazie a exploit narrativi come nella serie “Big Bang Theory”, tanto che la maggior parte dei magazine “leggeri” (online o “vecchio stile”) ne parlano a cadenza regolare -aggiungendo, anno per anno, edizione per edizione, commenti di sedicenti studiosi in materia (noi, da bravi Nerd, non ne avevamo mai parlato)  – o a far si che pagine come “facebook.com/intelligenceisexy/” con quasi 60 mila fan distribuendo sulla rete citazioni e aforismi uniti con l’obiettivo di condividere questo stile di vita al motto di “make love to my mind”.

 

Gianluca Falletta

Categories:   Articoli

Comments

 

 

No, thanks!