Satyrnet.it

Menu

Dracarys: Game of Thrones si fa sul serio

250616

Volete provare dal vivo le magiche ambientazione di Game of Thrones senza avere un portale dimensionale o attendere qualche grande evento internazionale fuori dall’Italia? Quello che vi presentiamo oggi è un progetto ambizioso che si svolgerà a Piacenza dal 12 al 14 Agosto 2016. Un modo per vivere in prima persone le epiche battaglie, gli amori e i contrasti politici di una delle più amate saghe fantasy di tutti i tempi! Dracarys avrà luogo nell’esclusiva cornice del Castello di Rezzanello, in provincia di Piacenza, elegante fortilizio risalente all’XI secolo e adibito a lussuosa struttura ricettiva. Il castello comprende diversi cortili, numerose sale interne e ben 17 suite in stile; è circondato da un parco di sette ettari dotato di boschi, prati, fontane monumentali. Si trova in Vicolo del Tasso, a Gazzola (PC).

Dracarys trae ispirazione dalla serie televisiva Game of Thrones della HBO e dai romanzi de Le cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin. È un evento organizzato da appassionati della saga e di gioco di ruolo dal vivo, con una decennale esperienza nella realizzazione di alcuni dei migliori larp giocati in Italia, in una varietà di associazioni. Ti forniremo tutto quello che ti serve per vivere il Westeros, ma solo tu potrai dargli vita!Per scoprire il mondo e le atmosfere cui è ispirato Dracarys, puoi guardare la serie TV trasmessa in Italia da Sky Atlantic e da Rai4. Se vuoi approfondire puoi leggere i romanzi, pubblicati da Mondadori; oppure sfogliare qualcuno dei molti siti dedicati alla saga. In ogni caso, guardare qualche puntata dell’adattamento televisivo ti sarà più che sufficiente per goderti appieno l’evento.Un mondo d’intrighi, guerra, sangue e rancori covati per decenni, mai morti sotto la cenere. Un continente infestato dal tradimento, in cui le alleanze seguono il soffio del vento per nutrire l’ambizione di Septon, mercenari e Lord. Questo è il Westeros di Dracarys, una terra spietata, contesa fino all’ultima iarda in un gioco dalla posta illimitata.La morte del sovrano Robert Baratheon ha scatenato la Guerra dei Cinque Re, una piaga che ha devastato i Sette Regni. Lontano dal furore implacabile dei combattimenti, Summerhall – un vecchio maniero diroccato nelle Terre della Tempesta, un tempo distrutto da un rogo ultraterreno scatenato dalla follia dei Targaryen – è stato ricostruito in gran segreto. Dietro le sue mura, attori sconosciuti sono dediti a un lavoro febbrile e continuo, tentando di rivelare misteri che lì furono sigillati. Si dice che un fuoco dimenticato illumini le sale di Summerhall: lo stesso fuoco che forgiò, un tempo, il Trono di Spade per Aegon. Fuoco di Drago… dracarys.

Dracarys non è un prodotto ufficiale di Game of Thrones e non è in alcun modo sostenuto o approvato da George R.R. Martin né dalla HBO. È un gioco estemporaneo che creeremo e vivremo insieme, un tributo all’universo fantasy e ai personaggi creati da George R.R. Martin. Non è un prodotto commerciale, non ha pubblico e nessuno viene pagato per realizzarlo: le spese vive per l’affitto del castello, l’acquisto del cibo e la preparazione delle scenografie saranno divise tra tutti i partecipanti.

Un larp è come trovarsi sul set di un film che non ha copione e il cui esito è determinato dalle scelte e azioni dei giocatori. È una versione elaborata e più adulta di facciamo finta che… in cui sarai il protagonista della tua saga fantasy e nel contempo sarai l’amico, la nemesi, il compagno d’arme, l’amante di altri partecipanti. Queste sono le tre regole d’oro per divertirsi e far divertire i vostri compagni:

1) Rimani sempre nel personaggio: con le parole, con le azioni, coi pensieri. Non uscire mai dal gioco, non parlare d’altro, evita gli anacronismi: il gioco è bello ed emozionante se tutti lo rendono vero e vivo a beneficio degli altri partecipanti.
2) A ogni azione, una reazione: se un altro personaggio ti rivela un segreto, ti schiaffeggia, ti nomina capitano della guardia, ti pugnala a tradimento… reagisci. Non importa che cosa fai o dici, ma fai qualcosa, possibilmente qualcosa di appropriato, di divertente, di drammatico. In un larp nessuna azione deve cadere nel vuoto.
3) Accetta le azioni altrui: in un larp ciascuno è regista di se stesso. Non mettere mai in dubbio le azioni o la buona fede degli altri e non aspettarti mai da loro una reazione specifica. Prendi sempre per buono tutto quello che succede e che fanno gli altri partecipanti e gioca di conseguenza. In un larp non c’è copione, non ci sono prove e non si rigirano le scene; non tutto sarà perfetto, ma tutto sarà convincente, se decidi di crederci. 

 

Per info:

https://www.facebook.com/events/1152283064785878/

http://www.dracarys.it/

Gianluca Falletta
Seguimi
Latest posts by Gianluca Falletta (see all)

Categories:   Cinema & Tv, Eventi, Gaming

Comments

 

 

No, thanks!