Satyrnet.it

Menu

Diario semiserio di una «Miss Mal». Convivere con una malattia genetica rara

“Diario semiserio di una «Miss Mal»” di Antonella Pollinzi, curato da Arianna Fornasari, è un interessante volume edito da Faust edizioni che racconta la storia di due sorelle affette da atassia cerebellare, malattia genetica rara che non consente loro di avere l’equilibrio e di orientarsi nel tempo e nello spazio, oltre a non dar loro il possesso dei concetti astratti come ad esempio il denaro.

“Sono una ragazza ‘diversamente abile’: questa parola non mi piace per niente come ‘handicappato’, ‘spastico’ e ‘disabile’, quindi mi sono inventata la parola divertente ‘miss mal’ che, in dialetto ferrarese, significa ‘messo male’ ma può avere vari significati. Ad esempio: miss mal di soldi, miss mal di famiglia, miss mal di lavoro. Ma io non sono in carrozzina, sto in piedi! Poco, ma ci sto ahahahah. Sono nata con una ‘mancanza’, che per me è una malattia vera: non mi ricordo mai il nome (mamma ha detto che si chiama ‘atassia cerebellare’) che mi porta a non avere l’equilibrio e quindi ho bisogno sempre di una mano da qualcuno. Questo mio cavolo di cervelletto, che è rimasto piccolo, mi impedisce di orientarmi nello spazio e nel tempo”.

Antonella Pollinzi

Il progetto del libro, come spiega la stessa autrice è partito nel 2013, come sfogo personale ai propri pensieri. Una scrittura inizialmente caotica, quasi “da appunti” scritti su post-it, quaderni, computer, dove capitava che sono poi stati raccolti, anni dopo, da Arianna Fornasari in un unico volume. Nella scrittura, Antonella è riuscita ad analizzare se stessa e i motivi della propria sofferenza, esplorando la sua infanzia assediata dal bullismo e la sua vita quotidiana in una città non esattamente a misura di ‘miss mal’.  Ma è anche un racconto di sogni e di sfide realizzate, gesti semplice che per Antonella rappresentano grandi traguardi come andare sui pattini o tenere tra le braccia un neonato con amore. Un ritorno all’equilibrio, non solo fisico ma anche mentale: un inno alla serenità acquisita nei gesti giornalieri: uno sfongo sincero e toccante, non pietistico ma solare ricco di spunti di riflessione con il sorriso in bocca.

Antonella Pollinzi  nasce nel 1980 a Ferrara, dove vive da sempre. Dall’istituto alberghiero esce con due grandi passioni: la sala bar e cucinare torte. La prima resta, al momento, un’utopia lavorativa, mentre la seconda è il suo hobby principale che le permette di inventare nuove ricette, molte delle quali sono contenute in questo volume. La sua passione più grande, però, si chiama Cristina D’Avena in onore della quale è soprannominata “Antocri”. Fa parte dell’associazione di volontariato “Calimero”, dell’onlus “Lo Specchio” e dell’aps (associazione di promozione sociale) “Casa & Lavoro” che insieme a lei promuove Diario semiserio di una “Miss Mal”, il suo libro d’esordio.

admin
Latest posts by admin (see all)

Categories:   Books + Comics

Comments

 

 

No, thanks!