Satyrnet.it

Come comprare terreni nel Metaverso?

Ormai è chiaro, con Meta alle porte, molti stanno pensando di trasferire la propria attività, i propri eventi, le proprie sedi e, più in generale la propria socialità quotidiana nel Metaverso. Ad oggi non esiste un “solo metaverso” ma un intricato sistema di software per ora scollegati fra loro in cui barcamenarsi per acquistare un “terreno” (o land) e iniziare la propria nuova vita virtuale.

I prezzi di queste land, sono saliti in maniera esponenziale, con vendite che hanno raggiunto anche milioni di euro. Ad esempio, nel famosissimo The Sandbox si è raggiunto un record con una transizione dal valore di circa 3,8 milioni di dollari mentre in Decentraland, un terreno virtuale di soli 5 mq è stato venduto per oltre 618mila Mana, al cambio di 1,8 milioni di dollari. Sono costi importanti che ben identificano l’hype del momento su questo nuovo, o rinato, servizio di socialità digitale.

Come funzionano i terreni nel metaverso?

I terreni virtuali nel Metaverso offrono agli utenti uno strumento immersivo per connettersi con altri utenti e offrire loro servizi, momenti ludici condivisi o punti di aggregazione sociale. I proprietari di queste land  possono ottenere una remunerazione diretta dalla loro proprietà, magari facendo pagare l’accesso o scambiando all’interno i propri NFT come gallerie d’arte digitali. Le aziende possono utilizzare i propri terreni per pubblicizzare i propri prodotti, organizzare eventi virtuali e per condividere esperienze d’acquisto uniche ai loro clienti.

Per coloro che sono interessati al settore immobiliare, queste terre digitalizzate costituiscono un’opportunità potenzialmente redditizia seppur dal rischio molto elevato. Esattamente come i terreni del mondo reale, le proprietà del Metaverso possono essere affittate o vendute.

Come si acquista un terreno nel metaverso?

Il metaverso è un mondo virtuale all’interno del quale le persone possono interagire utilizzando le loro personalità digitali, gli avatar, anche se non si trovano in uno spazio reale. Se si vuole investire nell’acquisto di uno spazio di vita digitale non si può ovviamente utilizzare “banconote reali” ma sono fondamentali transizioni regolate da cryptovalute e dalla blockchain.  Dunque per acquistare il vostro terreno dapprima è doveroso possedere nel proprio portafoglio (wallett) un bel po’ di solidi virtuali tra cui Ethereum, che è tra le più utilizzate, oppure i Binance Coin (BNB). Gli “atti di proprietà” sono smart contract come i famosi Non fungibile token (NFT), certificati digitali unici: quando si acquista una land si riceve dunque un preciso codice, da conservare nel proprio wallet, identificante lo spazio che hai acquistato.

Dove comprare le land sul metaverso?

Trovare terreni sul metaverso non è una cosa semplice, le principali piattaforme su cui si consiglia di acquistare un terrano sono tantissime, tra le quali citiamo Decentraland, The Sandbox, Coderblock, Spatial o Axie Infinity. Ognuna di loro ha diverse unicità, legate più alla socialità o al gaming, ma in tutte è possibile reperire a suon di crypto un luogo virtuale dove allestire la propria attività

Ogni universo si sviluppa intorno a precise caratteristiche. Per esempio, Decentraland nasce come piattaforma in cui acquistare, vendere e affittare terreni, mentre The Sandbox e Axie Infinity sviluppano il loro mondo virtuale intorno a un videogioco: all’interno di esso potrai comprare e potenziare anche uno spazio virtuale.

Decentraland è probabilmente il software più utilizzato per accedere al metaverso; creato nel 2017 si sviluppa sulla blockchain di Ethereum e utilizza il Mana come sua valuta interna con una quotazione indipendente rispetto alla crypto ETH. Inizialmente l’applicativo aveva una sola mappa, la Genesis City, composta da circa 90.000 terreni, ora, dopo il periodo di lockdown, i proprietari del sofware hanno deciso di aumentare il numero dei land disponibili a circa 160.000. Avendo a disposizione un bel po’ di cryptocalute, e registrandosi presso il marketplace della piattaforma, si potrà accedere alla sezione “Pacchi e proprietà” per avere una lista dei terreni disponibili con la propria descrizione, localizzazione, misura. Ogni proprietà ha un valore variabile, espresso in MANA, che si possono  ottenere convertendo Ethereum. Collegando il proprio wallet virtuale, come MetaMask, e possibile infine trasferire il non fungible token che rappresenta il “contratto di acquisto” su di esso. In Decentraland i prezzi sono elevati: l’investimento di base è di circa 14.000$, anche se recentemente la società Metaverse Group ha acquistato uno spazio per 1,8 milioni di dollari.

Coderblock, la prima piattaforma Italianaae per la creazione di esperienze virtuali immersive all’interno di metaversi 3D interconnessi per uffici, eventi, formazione e shopping. I costi sono molto accessibili, si parte dai 60 euro al mese per un ufficio o una classroom virtuale fino ai 250 euro al mese per un negozio virtuale che può gestire fino a a 500 visitatori in contemporena!

The Sandbox è stato sviluppato inizialmente in 2d, nel 2012, come game per smartphone; successivamente, con un investimento di circa 26 milioni di dollari, la grafica fu sviluppata in 3D e si decise di reallizzare una blockchain basata su un token ERC-20: il SAND. Il gioco ruota intorno alla creazione di un avatar, con cui realizzare oggetti ed NFT tramite il sistema voxel, un concetto che ricorda molto i mattoncini Lego. Creato il proprio bene questo potrà essere venduto o scambiato tramite NFT per ottenere guadagno! Il gioco si sviluppa in un mondo virtuale suddiviso in blocchi / Land con costi estremamente eterogeni. Ogni utente potrà comprare terreni e modificarli aggiungendo nuovi NFT come piante, materiali, animali, vestiti o armi. Il numero di terreni è fissato a 90.000, un fattore che ha determinato una stabilizzazione del loro prezzo sin dall’inizio. Con la nuova versione del gioco e la crescita esponenziale degli utenti, disporre di un NFT collegato a uno spazio virtuale su Sandbox può essere un investimento interessante, dato il valore che continua a crescere: i terreni partono da 11.000 dollari ma, come abbiamo accennato, si è raggiuto il record di 3,8 milioni di dollari investiti da Republic Realm, una società immobiliare.

Spatial.io è dedicato ad aiutare i creatori e i brand a costruire i propri spazi nel metaverso al fine di condividere la cultura.  Nel metaverso Spatial.io si puà creare gratuitamente uno spazio pubblico – che può ospitare fino a 50 utenti in contemporanea – per allesitre mostre d’arte NFT, incontri ed eventi dal vivo con la possibilità anche di caricare un ambiente 3d personalizzato grazie ad un interfaccia per il caricamento di file MetaMask/Google Drive/OneDrive

Quanto costa comprare un terreno nel metaverso?

Il valore delle land varia in base a una serie di fattori quali la quantità di tereni virtuali disponibili, il numero di utenti, il posizionamento “geografico” del terreno rispetto ad altri brand famosi e, ovviamente, cosa è allestito al suo interno. Inoltre il prezzo può cambiare anche in base al sentiment del mercato, Diventare proprietario di un terreno richiede una valutazione attenta dato il costo medio-alto. Come nel caso del mercato immobiliare reale, l’acquiresente dovrà andare alla ricerca dell’affare, magari attendendo o valutando la variazione del prezzo dello spazio nel tempo così poi poter “rivendere” il suo atto di acquisto NFT che identifica ottenendo un guadagno; similmente anche “l’affitto” degli spazi può essere una fonte di reveneue stabile esattamente come nella vita reale.

Inoltre è possibile anche una gestione open space di più lotti di superficie edificabile: acquistandone più di uno infatti, sarà possibile accedere ad un vero e prooprio Real Estate, cioè un gruppo di appezzamenti in formato 3×3, 6×6, 12×12 o 24×24. Gestendo più Estate da più giocatori, andranno addirittura in un futuro a trasformarsi in un aggregato vero e proprio di lotti, chiamato District (distretto).

Comprare terreni nel metaverso conviene?

Il metaverso non è una cosa inedita, esiste da decenni nell’universo digitale e già in passato ha avuto la sua crescita esponienziale ma anche un repentino e disastroso declino (vedi ad esempio il progetto “Second Life”). Quello che è cambiato ora, rispetto al passato, è il concetto di blockchain e di cryptovalute che lo sorreggono che, tra le altre cose, ha trasformato questi mondi virtuale rendendo possibile operazioni inedite molto simili al concetto di Real Estate del mondo reale. Il problema ad oggi, settembre 2022, è che non esiste ancora un unico metaverso, non esiste un vero e proprio standar ma tante realtà spezzettate estremamente eterogenee per funzionalità e costi di accesso. Si ipotizza che con il lancio di Meta, si possa creare un unico vero metaverso condiviso, un unico avatar con cui passeggiare (e non più navigare) per l’intero Web: ma cosa succederà agli investimenti realizzati negli altri metaversi? 

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet.it, finalista nel 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come uno dei primi sostenitori e promotori del fenomeno made in Japan in Italia, Gianluca, in 25 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di  settore Nerd e Pop, facendo diventare Satyrnet.it un punto di riferimento per gli appassionati. Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi in Europa, Gianluca si occupa di creare experience e parchi a tema a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.
Per info e contatti gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Nerd Artists Collective

La nostra pagina facebook

Iscriviti per: Satyrnet

* = campo richiesto!

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti

[mc4wp_form id=”119273″]