Satyrnet.it

Astralex_cos: il cosplay come arte e libertà

Alex, in arte astralex_cos, entra nel mondo del cosplay nel 2013: il suo nick ha un’origine più recente, “Astralex” è la combinazione del nome “Alex” con il proprio personaggio legato al mondo fantasy di D&D “Astra“, una sua controparte femminile. Astra è un nome associato alle stelle, derivato anche dalla passione per l’arte antica e l’astronomia. 

Secondo Alex il cosplay è arte e, come qualsiasi altra forma d’arte, ognuno è libero di esprimerla e viverla al meglio. L’importante è far lavorare la propria creatività e soprattutto fare un cosplay perché esso possa rendere felice chi lo indossa.

Prima di apprendere cosa fosse il cosplay, mettersi un costume (come ad esempio per carnevale), era sempre fonte di imbarazzo per Alex. Ma dopo aver conosciuto e essersi addentrato nel mondo cosplay è cambiato completamente l’atteggiamento nei confronti del trasformismo, potendosi sbizzarrire con personaggi di tutti i generi e superando la timidezza che ha sempre avuto. Ad avvicinare Alex a questo mondo è stata sua sorella, con cui ha condiviso fin da subito la passione ed insieme hanno realizzato diversi costumi di coppia, partecipando a moltissimi contest ed eventi, da quelli più grandi a fiere più piccole.

Fino ad ora ha realizzato parecchi cosplay, da costumi più semplici a quelli più elaborati, migliorando sempre di più la capacita nel cucito e nel crafting. In poco tempo Alex ha imparato crearsi i propri costumi da zero, apprendendo in parte dal lavoro degli altri cosplayer e in parte da propri errori e tentativi. Quando possibile preferisce realizzare a mano i cosplay, ma in alcuni casi dove il lavoro manuale risulta troppo complesso o potrebbe non raggiungere le aspettative, si affida all’acquisto di alcune componenti come accessori o costumi. Il punto fondamentale di un cosplay, oltre la qualità dell’abito e degli accessori, sono il ma-keup e la parrucca, importanti punti su cui pone sempre attenzione per rendere ancora più precisa la somiglianza ad un determinato personaggio. Uno dei lavori di punta è stato quello del suo personaggio Astra a cui è molto affezionato il cui design è stato ideato e realizzato tutto da zero. Oltre al cosplay Alex esprime la propria creatività anche attraverso i GDR (giochi di ruolo) dove la creazione di personaggi e storie è all’ordine del giorno, un altro passatempo per poter vivere avventure fantasy e staccare dalla realtà.

Negli ultimi anni ha deciso di perfezionare anche il genere “crossplay”, ovvero fare cosplay di personaggi del genere opposto al cosplayer che lo interpreta. Inizialmente non era pratica di molti ragazzi indossare costumi femminili, a differenza dell’opposto, ma questo trend negli ultimi tempi sta riscuotendo più interesse rispetto a quanto non lo fosse prima, forse grazie anche a qualche pionere come Alex, che fin dal 2014 ha voluto provare a fare crossplay. Oggi ha portato ad un livello ancora più alto la qualità del makeup e degli accessori per rendere ancora più realistico l’effetto finale del cosplay ed essere praticamente irriconoscibile nei panni di un personaggio femminile.

Nel corso degli anni c’è stata una grande evoluzione legata al cambiamento di pensiero o al modo di vivere il cosplay, creando sia delle belle comunità ma anche qualche conflitto. Ad esempio i social hanno spinto il cosplay più a portata di tutti, condividere e pubblicare le proprie creazioni è sempre una bella cosa. Purtroppo hanno anche avuto un impatto negativo in quanto, essendo accessibili a tutti, spesso certe persone arrivano ad avere un comportamento inopportuno, cercando di imporre le proprie idee senza avere un minimo di rispetto altrui.

Ad esempio alcuni pensano che gli “original” snaturano il senso del cosplay: Alex, avendo creato lui stesso diversi costumi originali, sostiene che anche questi outfit orginali facciano comunque parte della categoria “cosplay”. In fondo ogni personaggio tratto da una serie di cui si realizza un cosplay è esso stesso una creazione originale di un artista. Molte persone ci mettono un sacco di impegno in ogni minimo dettaglio del proprio abito pur di ottenere un risultato perfetto per il proprio original e, anche se questo non è un personaggio conosciuto, resta pur sempre un vero e proprio cosplay.

Per approfondire il talento di Astralex vi invitiamo a visitare il suo profilo ufficiale all’indirizzo: instagram.com/astralex_cos.

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet, noto per aver partecipato all'edizione 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay
Italiano".

Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 23 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Satyrnet.it e la sua community sono dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ha collaboratoro con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics, La Festa dell'Unicorno e Napoli Comicon.
Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico, lavorando come freelance per le più importanti aziende entertainment globali.
Per info e contatti
gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Invia il tuo articolo

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti