Satyrnet.it

Menu

Argetlam: La Saga di Alessia Mainardi

“Una ragazza affetta da una malattia sconosciuta, due sorelle con un passato misterioso, la statua di un guerriero celtico che all’improvviso prende vita.”  La storia della saga di “Argetlam” affonda le radici nelle familiari leggende del nord Europa, ricalcando in particolare quelle irlandesi legate al popolo divino dei Tuatha de Danann e al suo re Nuada, soprannominato ‘Argetlam’ per la protesi d’argento che ha sotituito il suo braccio destro perso in battaglia.

Tutto ruota intorno a questa figura mitica che d’improvviso si risveglia scontrandosi con il mondo che ci è familiare e con ragazzi e situazioni anche troppo normali. Ma il sovrannaturale, con il suo alone di magia e mistero, non tarderà a manifestarsi travolgendo tutto e tutti. Facendo rileggere in chiave moderna ciò che è sempre stato considerato solamente leggenda arrivando a strizzare l’occhio alla fantascienza per creare un connubio fantastico e realistico insieme.

Quattro libri, ognuno dei quali ha nel titolo il nome di uno dei Quattro Gioielli sacri ai Tuatha de Danann, che devono essere recuperati.  Quattro paesi diversi: l’Italia con Parma, l’Inghilterra, l’Irlanda e infine la Scozia.  Quattro anni di tempo in cui esseri leggendari e ragazzi comuni dovranno imparare a coesistere e ad affrontare nemici imprevedibili e letali in un’avventura incalzante attraverso la storia di luoghi reali, miti, usanze di culture lontane e diverse e tante nuove scoperte.

Per info: http://www.alessiamainardi.net/

La saga Argetlam si articola nei quattro romanzi ‘La Spada di Luce’, ‘La Lancia della Vittoria’, ‘Il Calderone dell’Abbondanza’, ‘La Pietra del Destino’, ognuno dei quali, ambientato in un diverso paese, fa viaggiare tra Italia, Inghilterra, Irlanda e Scozia, seguendo le vicende di Nuada, re della mitica stirpe dei Tuatha de Danann, risvegliatosi nel mondo moderno con un’importante missione da portare a termine. Divisa in due doppi volumi, unisce la mitologia celtica irlandese alla contemporaneità del mondo odierno, strizzando l’occhio alla fantascienza.

Argetlam – La Spada di Luce: Libro I. Ginevra ha vent’anni e vive insieme alla sua famiglia adottiva composta dal fratello Alessandro e dai genitori, ma la sua esistenza viene di colpo sconvolta quando un giorno, mentre visita una mostra celtica, la statua de “Il Guerriero Vinto” prende vita davanti ai suoi occhi increduli. In realtà quella statua altri non è che Nuada, sovrano dei Tuatha De Danann, la stirpe mitologica che aveva dominato l’Irlanda prima degli uomini, conosciuto anche come “Argetlam” (“Braccio d’Argento”) per la protesi in metallo che sostituisce il suo arto destro perso durante una battaglia.
Da quel momento tra i due si instaura un legame speciale e piano piano Ginevra scopre che tutta la sua vita è molto diversa da quella che ha sempre creduto. Sullo sfondo della città di Parma e dei suoi antichi monumenti, si snoda la fitta trama di “Argetlam – La Spada di Luce”, primo capitolo della saga urban fantasy che affonda le radici nelle leggende del Nord Europa e nelle divinità del mondo celtico. L’autrice accompagna i lettori in uno scenario tutto nuovo, con personaggi che vivono ai giorni nostri, lavorano, studiano e si vestono alla moda, ma che in realtà rappresentano il portale di accesso a un mondo di fantasia, in cui stirpi divine da sempre in lotta per la supremazia vivono celate in mezzo agli uomini. Compito di Nuada e dei suoi compagni di avventura terrestri sarà quello di salvare la razza umana recuperando i Quattro Gioielli, oggetti magici con immensi poteri: la Spada di Luce, la Lancia della Vittoria, il Calderone dell’Abbondanza e la Pietra del Destino.
Un cammino tortuoso e irto di pericoli, in cui ragazzi moderni ed esseri leggendari dovranno imparare a comprendersi, fidandosi gli uni degli altri, per affrontare nemici imprevedibili e letali, nell’eterno conflitto tra la propria volontà e le imposizioni dettate dalle proprie origini, dall’appartenenza a un popolo o da convinzioni di supremazia frutto di antichi retaggi. Nel complicato intreccio tra storia, miti e credenze di culture lontane, ognuno affronterà la sfida più grande: conoscere e accettare se stesso, vincendo le proprie paure e le proprie debolezze, per ribellarsi a un destino imperscrutabile dove tutto sembra già scritto.

Argetlam – La Lancia della Vittoria: Libro II. È passato quasi un anno da quando la vita di Ginevra è stata sconvolta dal risveglio di Nuada “Argetlam”, il re della leggendaria stirpe irlandese dei Tuatha De Danann rimasto per millenni sotto forma di statua. È così che la giovane ha scoperto di essere l’ultima discendente della razza magica delle Fairy e di essere chiamata, insieme ai suoi amici umani, ad allearsi al sovrano per salvare la Terra dalla distruzione recuperando i Quattro Gioielli: la Spada di Luce, la Lancia della Vittoria, il Calderone dell’Abbondanza e la Pietra del Destino. Dopo aver sconfitto i Fomori a Parma, Nuada, Ginevra e i suoi amici partono alla volta di Londra, dove si cela la Lancia della Vittoria, l’arma che un tempo era appartenuta al guerriero Lugh. Qui però la giovane Fairy e il sovrano dovranno fare i conti con il passato e con antiche conoscenze che sembravano essere sepolte nei ricordi. Nemici diventati alleati, ma anche persone care che si riveleranno non essere così fidate e che stravolgeranno tutte le certezze del divino sovrano. Tra Glastonbury, Stonehenge, la City londinese e il Big Ben si intrecciano le vicende dei protagonisti di “Argetlam – La Lancia della Vittoria”, secondo capitolo della saga urban fantasy ispirata alle leggende del Nord Europa e alle divinità del mondo celtico. Sulla loro strada Nuada e Ginevra si imbatteranno in nuovi personaggi che rimescoleranno tutti gli equilibri, facendo emergere legami che sembravano impossibili e rivelando improbabili realtà dietro vecchie tradizioni e credenze secolari. In una nuova difficile prova, umani ed esseri leggendari si ritroveranno ancora una volta fianco a fianco, combattendo per un ideale, per un amore perduto o sognato, lottando per scoprire le proprie origini, sconfiggere le proprie paure o salvare il proprio popolo. Ognuno alla ricerca di se stesso e del proprio ruolo nelle fitte trame che il Destino sembra avere già scritto.

Argetlam – La Pietra del Destino: Libro III. Per la prima volta da quando si sono incontrati, Ginevra e Nuada “Argetlam” sono lontani. Il re della leggendaria stirpe irlandese dei Tuatha De Danann, risvegliatosi dopo millenni nel mondo contemporaneo, è stato fatto prigioniero dalla stirpe rivale dei Fomori ed è sotto il giogo mentale della perfida Maeve. Grazie alla Simbiosi che lega il sovrano alla ragazza però, Gwin rivive nella mente le esperienze e le emozioni della sua vita precedente, scoprendo una realtà che mai avrebbe immaginato. Solo grazie a questa speciale connessione l’ultima discendente della razza magica delle Fairy riesce a trovare la forza per continuare a combattere e proseguire nella missione di ritrovare i Quattro Gioielli dagli immensi poteri che impediranno la distruzione della razza umana. In “Argetlam – Il Calderone dell’Abbondanza” l’autrice accompagna i lettori nei luoghi più enigmatici dell’Irlanda, dai vicoli di Dublino alle ripide scogliere di Moher. Il terzo capitolo della saga urban fantasy ispirata alle leggende del Nord Europa, ai miti e alle divinità del mondo celtico, segna per Ginevra e per i suoi amici, ragazzi umani che hanno imparato a convivere con esseri leggendari, dei e Valchirie, un punto di svolta. Dopo aver recuperato la Spada di Luce e la Lancia della Vittoria, i protagonisti esploreranno i Sidhe, le antiche dimore dei De Danann, venendo a conoscenza del passato di dolore e sacrificio del popolo alieno dopo la fuga dalla patria. Un viaggio di scoperta che, nella corsa contro il tempo per salvare l’umanità dai Fomori, che sono sulle tracce del Calderone dell’Abbondanza per risvegliare il mostruoso re Balor, si rivelerà anche un percorso di crescita per tutti, e in particolare per Ginevra. Tra colpi di scena, scontri e inaspettate rivelazioni, la giovane Fairy arriverà alla battaglia con una nuova consapevolezza, pronta ad accettare il suo destino al fianco di Nuada.

Argetlam – La Pietra del Destino: Libro IV. Il Giorno del Giudizio è vicino, i rappresentanti delle Dodici Stirpi stanno per fare ritorno sulla Terra per stabilire se la razza umana potrà essere eletta a Tredicesima e continuare ad esistere. Riusciranno Ginevra e Nuada, il sovrano dei Tuatha De Danann risvegliatosi nel mondo contemporaneo, a salvare gli uomini dalla distruzione? Dopo quattro anni di battaglie, scoperte e incontri, ogni verità sarà svelata nel gran finale di Argetlam, la saga urban fantasy ispirata ai miti del mondo celtico e alle leggende del Nord Europa. Nell’ultimo capitolo Argetlam – La Pietra del destino, la giovane Fairy, sola discendente del suo popolo magico, dopo aver affrontato un percorso pieno di pericoli e sfide, che dalla riluttante ragazza che era l’ha trasformata in una guerriera pronta ad avere il suo ruolo al fianco di Nuada “Braccio d’Argento” e a costruire con lui un nuovo futuro.  Ad aiutarli, straordinari compagni di avventura, ragazzi comuni ed esseri leggendari unitisi lungo il cammino, che tra colpi di scena e rivelazioni, insieme ai due protagonisti si trasferiranno in Scozia, ad Edimburgo, per portare a termine la missione di trovare anche l’ultimo dei Quattro Gioielli, in grado di cambiare le sorti dell’intero universo. Sulla loro strada però ritroveranno vecchi rivali pronti a qualsiasi cosa pur di mettere le mani sui preziosi manufatti per riuscire a diventare i padroni della Terra. La chiave di tutto sarà la Pietra del Destino celata nella fortezza della capitale scozzese: qui amici, nemici mostruosi e insperati alleati, umani e non, si ritroveranno per lo scontro finale in cui tutto sarà deciso.

Alessia Mainardi è nata e vive a Parma, dove si dedica attivamente alla scrittura. Appassionata di mitologia e archeologia è un’autrice di narrativa che, dopo avere pubblicato due saghe letterarie e una serie di libri illustrati, dal 2018 è parte di Casa Ailus, collettivo di autori e illustratori che hanno il fine comune di promuovere ciò che creano nei vari ambiti del genere fantastico, che siano romanzi, racconti, libri illustrati, fumetti o altro.Il suo debutto come autrice è stato nel 2008 con la trilogia fantasy Avelion. Alla prima opera, nel 2012 è seguita la quadrilogia Argetlam, ispirata all’universo celtico e alle leggende del mitico popolo dei Tuatha De Danann riletti in chiave moderna con incursioni nello sci-fi. Nel 2015 ha dato vita, insieme alle illustratrici Nicole Longo, Maddalena Modena, Elisa Taiana e Ilaria Trombi al flipBook che racchiude la fiaba illustrata steam-fantasy La Pietra Verde e il breve racconto steam horror Il Sorriso. Nel 2016, seguendo la sua passione per la mitologia, ha creato la collana Mitologika con volumi a cadenza annuale di cui cura i testi a corredo delle illustrazioni realizzate da disegnatori sempre diversi e talentuosi. Sempre del 2016 è il romanzo Blink – La Scintilla, di ambientazione steampunk. Del 2017 è Caos/Less – Fuori dal Tempo, sua ultima produzione, che è l’unione ideale dell’universo che l’autrice ha creato spaziando tra miti, urban fantasy e sci-fi. Per hobby è una cosplayer, che dal 2003 ha realizzato oltre 70 costumi, esibendosi e vincendo in molte manifestazioni italiane.

Si è avvicinata al mondo cosplay in un momento della sua vita in cui tutto sembrava andare storto. Al compimento dei diciotto anni, l’età dell’indipendenza, scopre infatti di essere affetta da una rara malattia genetica degenerativa, l’Atassia di Friedreich, che le impedisce il controllo dei movimenti e una vita autonoma, ma la passione per ”l’arte del costume ”, che le regala amicizie e nuove sfide, la aiutano a reagire alla diagnosi. Per questa ragione nel 2011 Alessia ha pubblicato un’autobiografia a scopo benefico dal titolo Alessia in Cosplayland, che grazie alla sceneggiatura di Simone Brusca e alle illustrazioni di Ivan Bella è diventata nel 2013 un fumetto che racconta l’importanza che l’attività di cosplayer ha avuto nell’affrontare la sua malattia. Una parte dei ricavi delle vendite di entrambi i volumi sono devoluti alla ricerca per la cura all’Atassia di Friedreich. Attualmente, quando non è impegnata al lavoro negli stand di Casa Ailus per promuovere le proprie pubblicazioni e quelle del collettivo, si può trovarla in giuria ai contest, ovviamente in cosplay… carrozzina compresa!

Gianluca Falletta

Categories:   Books + Comics

Comments

 

 

No, thanks!