Sei pronto a prendere in mano il tuo destino?  Amulet è una serie a fumetti avvincente e visionaria, ancora un best seller a più di dieci anni dalla pubblicazione del primo volume. Una saga in 9 volumi tradotta in 16 lingue, un graphic novel perfetto per chi ama i manga e per chi invece non ne ha mai letto uno. E per chi ama i film di Hayao Miyazaki.

Dopo la morte del padre, Emily si trasferisce con la mamma e il fratellino nella vecchia casa appartenuta al bisnonno, un geniale inventore. Quando la mamma sparisce in cantina, inghiottita da una creatura mostruosa, i ragazzi la inseguono fino a ritrovarsi ad Alledia, un mondo magico popolato da mille insidie. Riusciranno a salvare la mamma? E qual è il loro legame con quel mondo fantastico?

La custode della pietra: Due anni dopo un terribile incidente in cui ha visto il papà precipitare in un burrone, Emily si trasferisce con la mamma e il fratellino Navin nella vecchia dimora appartenuta al bisnonno, un geniale inventore scomparso misteriosamente. Ma durante la prima notte nella nuova casa si odono rumori sinistri provenire dalla cantina: il grido della mamma è l’ultima cosa che Emily sentirà prima di vederla sparire, inghiottita da una presenza nascosta dietro la porta! Questa volta Emily non resterà a guardare: per ritrovare la mamma affronterà un viaggio pieno di pencoli, con il piccolo Navin al fianco e un essere minaccioso alle spalle, che la segue a ogni passo. Il mondo che la aspetta è popolato di elfi malvagi, mostri dai mille tentacoli, uccelli rapaci dalle forme più strane, ma anche delle meraviglie che il bisnonno ha messo sul suo cammino per sostenerla nella missione: Miskit, il saggio coniglio di pezza, Cogsley, una ferraglia scorbutica ma sempre pronta ad aiutarla e, soprattutto, un portentoso e ambitissimo amuleto.

La maledizione del custode di pietre: Dopo che Karen è stata rapita dall’aracnopode, è stata punta dalla creatura velenosa. Emily e Navin prendono l’aiuto degli altri robot e portano Karen nella città di Kanalis per trovare una cura, ignari di essere braccati dagli Elfi inviati dal Re degli Elfi. La gente di Kanalis si è lentamente trasformata in animali nel corso degli anni a causa di una maledizione, come scoprono i nuovi arrivati. Incontrano una volpe umanoide di nome Leon Barbarossa che li aiuta a fuggire dagli elfi, insistendo sul fatto che avranno bisogno del suo aiuto. Mentre Emily, Miskit e Leon si recano alla Montagna di Demon Head per trovare il frutto curabile, Navin viene presentato alla Resistenza da Balan, un toro dal pelo blu, che fa parte di un equipaggio di animali umanoidi che si oppongono alla tirannia degli elfi. Viene rivelato che Navin è il comandante della Resistenza. Li aiutano a riaccendere i robot in casa dopo che si sono spenti per impedire agli elfi di raccogliere informazioni. Emily, Leon e Miskit arrivano a destinazione e vengono incontrati dagli alberi Gadobah, alberi predittori del futuro che portano i frutti che possono curare la madre di Emily. Usando i poteri della sua pietra, ne trova una non velenosa e partono per riunirsi con Navin e la Resistenza. Vengono fermati da Luger, un guardiano di pietre elfo, che viene poi attaccato da Trellis. Luger cede volontariamente il controllo dell’amuleto, ma viene distrutto da Navin che pilota la casa robotica infusa con il potere dell’amuleto di Emily. che sono alberi predittori del futuro che portano i frutti che possono curare la madre di Emily. Usando i poteri della sua pietra, ne trova una non velenosa e partono per riunirsi con Navin e la Resistenza. Vengono fermati da Luger, un guardiano di pietre elfo, che viene poi attaccato da Trellis. Luger cede volontariamente il controllo dell’amuleto, ma viene distrutto da Navin che pilota la casa robotica infusa con il potere dell’amuleto di Emily. che sono alberi predittori del futuro che portano i frutti che possono curare la madre di Emily. Usando i poteri della sua pietra, ne trova una non velenosa e partono per riunirsi con Navin e la Resistenza. Vengono fermati da Luger, un guardiano di pietre elfo, che viene poi attaccato da Trellis. Luger rinuncia volentieri al controllo dell’amuleto, ma viene distrutto da Navin che pilota la casa robotica infusa con il potere dell’amuleto di Emily.

I Cloud Searchers: Dopo che Karen è guarita dal veleno dell’aracnopode, Leon porta Emily e i suoi compagni a cercare nei cieli per trovare Cielis, la leggendaria città dei custodi di pietre. Trovano una coppia di gatti, Enzo e Rico, che possiedono un dirigibile. Enzo aveva apparentemente intravisto Cielis, ma si rifiuta di aiutarlo fino a quando gli elfi non prendono d’assalto il bar. Non riuscendo a trovare Emily o Navin, ribaltano Trellis, che si rivela essere il Principe Elfo, e Luger, che sembra timida e incapace rispetto al libro precedente. Emily salva e recluta i due, che non operano più sotto il Re degli Elfi. Durante il viaggio, vengono inseguiti dall’elfo cacciatore di taglie Gabilan e vengono attaccati da creature chiamate viverne. Mentre cercano di riparare una delle ali dell’aereo, Miskit e Cogsley vengono spazzati via dalla nave da una delle viverne. Quando arrivano a Cielis, Gabilan li affronta ma viene sconfitto da Emily e Trellis. Luger, quando vede Gabilan, si rende conto che Gabilan era la persona che ha rubato la memoria di Luger e Trellis, ed è così che Luger e Trellis dimenticano la maggior parte della loro infanzia. Gabilan ha anche rivelato che Luger e Trellis erano fratelli, con Luger come il maggiore. Emily gli mostra gentilezza quando decide di non ucciderlo. Un custode di pietre di nome Max Griffin li dà il benvenuto a Cielis e dice loro che Emily sarà presto messa alla prova e farà parte del Consiglio dei Guardiani se avrà successo. Trellis e Luger vengono presi prigionieri, con grande disagio di Emily. Gabilan ha anche rivelato che Luger e Trellis erano fratelli, con Luger come il maggiore. Emily gli mostra gentilezza quando decide di non ucciderlo. Un custode di pietre di nome Max Griffin li dà il benvenuto a Cielis e dice loro che Emily sarà presto messa alla prova e farà parte del Consiglio dei Guardiani se avrà successo. Trellis e Luger vengono presi prigionieri, con grande disagio di Emily. Gabilan ha anche rivelato che Luger e Trellis erano fratelli, con Luger come il maggiore. Emily gli mostra gentilezza quando decide di non ucciderlo. Un custode di pietre di nome Max Griffin li dà il benvenuto a Cielis e dice loro che Emily sarà presto messa alla prova e farà parte del Consiglio dei Guardiani se avrà successo. Trellis e Luger vengono presi prigionieri, con grande disagio di Emily.

L’ultimo Consiglio: Dopo che Emily e la compagnia trovano la città di Cielis, tentano di vedere il Consiglio dei Guardiani, ma si rendono lentamente conto che sta succedendo qualcosa di strano in città. La pietra di Emily le dice che non sentirà la voce della pietra dopo il suo arrivo a Cielis e la avverte di un corridoio che non dovrebbe percorrere. Emily viene inviata nel vuoto, che è una simulazione a cui i custodi delle pietre devono sopravvivere. Se muoiono, vengono trasformati in pietra. Altri giovani guardiani di pietre si presentano arrabbiati con Max per aver omesso questo fatto, ma Ronin e Pierce aiutano Emily, e Max segue. Nel frattempo, Leon, Enzo e Rico vagano per la città, trovandola vuota, contrariamente ai ricordi di Leon delle strade trafficate. Una ragazza di nome Alyson Hunter li porta al ristorante di famiglia dopo aver scoperto che non sono “fantasmi”, dove spiega che il Consiglio dei Guardiani era in realtà morto ma rianimato per indurli a venire, e salvano Trellis e Luger dalla loro cella di prigione a Cielis. Nel frattempo, Cogsley e Miskit vengono presi da un anziano guardiano di pietre di nome Vigo, e adottano anche un cucciolo di viverna, che Cogsley chiama Dagno, dopo il robot che Silas non aveva mai finito di costruire. Cogsley in un primo momento cerca di lasciare Dagno da solo, ma lo insegue, quindi Cogsley fa di Dagno un membro della squadra, e apparentemente formano un forte legame tra loro. I due robot partono per andare a cercare Cielis e raggiungere gli altri, e anche Vigo decide di tornare con loro. Emily, Max e gli altri custodi della pietra testati trovano l’ultimo frammento della Pietra Madre, una pietra che è stata utilizzata per creare tutti gli amuleti. Gli altri guardiani di pietre si trasformano in pietra, ed Emily scopre che erano semplicemente dei guardiani di pietre morti rianimati. Viene rivelato che Max lavora per il Re degli Elfi e gli porta la Pietra Madre.

Principe degli Elfi: All’inizio, Max viene mostrato come un bambino. È un promettente sostenitore del Consiglio dei Guardiani insieme a un giovane Vigo, ma suo padre rifiuta perché vuole che Max segua le sue orme, non quelle di suo nonno. La sua migliore amica, un’elfa di nome Layra, fa mandare i suoi genitori in prigione per essere elfi e per il rischio che siano spie del re degli elfi, anche se avevano fatto molto per aiutare a costruire la città di Cielis. Quando il padre di Max esprime un freddo disinteresse per aiutarli perché sono elfi, Max irrompe nella prigione di Yarboro e li salva. Poco dopo il decollo, vengono abbattuti e Max distrugge il dirigibile che ha fatto con rabbia, uccidendo i piloti. Viene condannato a 50 anni nella Prigione di Ghiaccio di Korthan, e tenta di fuggire ma muore di freddo, ma viene resuscitato dalla Voce. Da allora, Max ha aiutato il Re degli Elfi a distruggere il popolo di Cielis per vendetta. Nel frattempo, dopo che Emily, Trellis e Vigo sono diventati l’ultimo Consiglio dei Guardiani, la guardia cittadina inizia i preparativi per combattere l’Esercito degli Elfi, ma il nemico diventa più forte e il Re degli Elfi inizia a usare l’ultimo frammento della Pietra Madre per creare il suo Consiglio dei Guardiani . Navin e Cogsley entrano in un percorso che utilizza tute mech e dirigibili per combattere il Re degli Elfi, e Navin e Alyson tentano di combattere Max in un dirigibile e vengono quasi uccisi fino a quando non compaiono Emily e Vigo. All’insaputa di tutti tranne che di un preoccupato Luger, Trellis sta segretamente cercando di viaggiare nel passato attraverso il vuoto per fermare le cose terribili che hanno fatto gli elfi, che è stato influenzato dal re degli elfi, quando in realtà stava solo andando nei suoi ricordi. Emily lo raggiunge, dicendogli che sono tutti in pericolo. Trellis si sveglia per trovare l’aeronave distrutta e tutti che stanno cadendo, ma riesce a far atterrare tutti sani e salvi. Rientra nel vuoto per svegliare Emily ancora addormentata e scopre che sono nel momento in cui Max ha ceduto alla Voce. Si svegliano, e anche Max a pochi chilometri. La Voce aggiusta tutte le sue ossa e gli dice che ha del lavoro da fare.

Fuga da Lucien: Mentre Max promette al Re degli Elfi di uccidere gli altri Custodi delle Pietre una volta per tutte, segretamente li sta reclutando per entrare nei loro ricordi in modo che possano uccidere la voce con i loro poteri e il gigante delle montagne, Chronos. Nel frattempo, gli elfi sparano sulla nave dell’accademia dove Alyson Hunter e altre 2 reclute devono far volare le loro tute mech nella città di Lucien, che è già stata distrutta da Max. I tre vengono poi raggiunti da Navin quando si schiantano. Sono ripetutamente inseguiti da ombre, organismi gassosi che hanno bisogno di ospiti per sopravvivere, e uno prende il controllo del loro compagno di classe. Vengono salvati dall’elfo Riva Ash che mostra loro che gli abitanti di Lucien si sono spostati sottoterra e si riuniscono con la Resistenza e Balan. Quando le ombre attaccano, Riva tenta di evacuare tutti tramite i treni sotterranei. Navin, consigliere di Alyson e Riva, il robot generale Pil, liberati di quante più ombre possibile prima di essere costretti a scappare in un portale dove prendono in prestito tute mech dai genitori di Pil. Si recano a Frontera, la base della Resistenza, per tentare di lanciare un attacco al regno del Re degli Elfi, Valcor. Nel frattempo, i quattro custodi di pietra arrivano a un ricordo di Valcor, dove vive la Voce. Durante lo scontro, Chronos viene ucciso e Max decide che non può più continuare sul suo percorso attuale, dopo che gli è stato ricordato tutto ciò che ha fatto e ha visto che era semplicemente un cadavere tenuto in vita dalla Voce. La Voce lo accetta e toglie la vita a Max. Prima di morire, dice loro di visitare l’isola di Algos per Trellis. I restanti tre Stonekeeper arrivano nel mondo reale e salvano una nave piena di seguaci del Re degli Elfi che stava per esplodere, e sono in grado di renderli fedeli al principe Trellis. Quindi incontrano Riva, che spiega cosa è successo a Navin.

Luce del fuoco: Emily, Trellis e Vigo si recano all’isola di Algos, dove vengono attaccati da Gabilan. Riescono a trattenerlo e lui spiega che può aiutarli. Porta Emily e Trellis in una città sottomarina dimenticata, dove nasconde tutti i ricordi che ha rubato. Entrano nei ricordi dell’infanzia di Trellis che suo padre ha fatto portare via da Gabilan a Trellis, e apprendono che le “ombre oscure”, di cui la Voce è una, sono state create da rifugiati di un pianeta morto che sono intenti a conquistare Alledia. Emily è attirata dalla Voce in un ricordo che si scopre essere dell’uomo che è stato inavvertitamente responsabile della morte di suo padre. Lì, Emily cede parzialmente a sentimenti di odio e vendetta, tanto che il potere della pietra sembra impossessarsi completamente di lei come ha fatto con Luger, trasformandosi in un uccello di fuoco e fuggendo nel mondo reale in modo che possa usarla come parte del piano delle ombre. Una parte di Emily è ancora intatta e, prima della sua trasformazione, ordina a Trellis di aiutarla a ripristinarla, come una volta aveva fatto per lui. Le ombre usano il pesce percuotere per rompere la cupola e l’intero posto viene allagato. Trellis fugge e si riunisce con l’equipaggio, ma Gabilan non si vede da nessuna parte (anche se ha assicurato a Trellis che potrebbe sopravvivere). Nel frattempo, Navin e Alyson lavorano in un ristorante per avere abbastanza soldi per comprare i biglietti per i dirigibili per arrivare a Frontera, ma sono inseguiti dai cacciatori di taglie del Re degli Elfi. Gli amici di Riva Ash li aiutano a fuggire a Frontera. Navin e Aly si riuniscono con Miskit e Leon, e insieme ad altri membri del programma spaziale clandestino della Resistenza, si lanciano nello spazio per entrare nella Resistenza’

Supernova: l’amuleto di Emily finalmente prende il sopravvento su di lei, agendo come se la voce fosse il suo defunto padre, imprigionandola nel Vuoto. Emily viaggia all’interno del Vuoto alla ricerca di un modo per sfuggire, dove incontra alcuni nuovi amici… che nascondono alcuni oscuri segreti. Incontra un ragazzo di nome Moze e una vecchia signora. Quando sta per andarsene, si rende conto che la vecchia signora con un amuleto è lei stessa Emily. Poi quando se ne va, la voce, Ikol, lancia la vecchia signora e si scopre che è la madre di Moze. Nel frattempo, Navin e Aly si recano alla base della Resistenza su un nuovo pianeta e vengono rapidamente assegnati a una missione apparentemente facile… finché la posta in gioco non si alza e hanno poco tempo per fuggire dal pianeta.

 Kazu Kibuishi è il creatore della serie Amulet, best seller del “New York Times”, vincitrice dell’ALA Best Book for Young Adults e finalista del Children’s Choice Book Award. Ha anche illustrato le copertine dell’edizione paperback del 15° anniversario di Harry Potter. Vive a Seattle con la moglie e i figli.

Enrico Ruocco