Satyrnet.it

Menu

ALEcomics a rischio annullamento

La fiera ALEcomics rischia di chiudere i battenti. Non è una delle fiere di cui tutti hanno sentito parlare come il Comicon di Napoli o il Cartoomics a Milano o ancora Lucca Comics, ma sicuramente dietro c’è tanto amore e dedizione, ora però gli organizzatori sono molto vicini a salutare Alessandria e trasferire il loro festival del fumetto. Quando la burocrazia ci si mette succede che da mesi si attenda l’ok formale all’utilizzo della Cittadella per l’edizione 2018 della manifestazione, che negli anni ha radunato fino a 25 mila appassionati di anime, fumetti e manga. L’Amministrazione comunale di Alessandria e la Sovrintendenza tacciono. Non tutti sanno che dietro l’organizzazione di un evento c’è tanto da fare e tanto sudore per cui si necessita anche di un anno di lavoro.

ALEcomics era diventato ormai un appuntamento fisso di metà settembre e questo porta gli organizzatori a tempi molto ristretti per dar vita alla fiera, pertanto l’edizione 2018 rischia di saltare. “Se vogliamo avere grandi nomi, quelli che hanno richiamato migliaia di visitatori in Cittadella non possiamo chiedere all’ultimo” ha rimarcato Alessandra. Dopo tanta attesa, ad aumentare l’amarezza è poi la proposta “ufficiosa” di presentare una nuova richiesta di autorizzazione della manifestazione corredata da una relazione tecnica sull’evento. “Tra i vari punti c’è anche la documentazione sull’agibilità dei locali della Cittadella. Praticamente stanno chiedendo a noi il collaudo delle caserme. La Cittadella non è casa nostra, è casa loro e spetta a Comune e Sovrintendenza darci questo foglio”.

ALEcomics, come la maggior parte delle cose genuine, è nata grazie all’impegno di un gruppo di ragazzi riusciti a trasformare “un hobby” in un grande evento, la cui organizzazione è ormai un secondo lavoro ovviamente non retribuito. Dietro ad ALEcomics, c’è una associazione no profit che si impegna per reperire sponsor e fondi per pagare le spese di una manifestazione che viene gratuitamente offerta a tutti i cittadini, inoltre viene offerta anche una navetta, anch’essa gratuita. Gli organizzatori sono stati quindi costretti a lanciare un ultimatum a Palazzo Rosso. Il tempo per avere l’ok ufficiale e formale scade oggi, 28 febbraio. Eppure l’amministrazione già conosce l’iniziativa e i ragazzi non hanno spazi alternativi. Non perdendosi d’animo i ragazzi hanno tentato anche di spostare l’evento ai giardini pubblici ma non è risultato fattibile, stessa situazione per la Valfré dove mancano strutture al coperto agibili. La Cittadella avrebbe giovato anche all’economia cittadina, come ad esempio gli alberghi di Alessandria. “Fortunatamente” non sono mancate offerte concrete da  Novi, Acqui, Casale, Ovada, Nizza, Asti e Gavi, questo dimostra l’interesse che la manifestazione suscita, in barba al silenzio dell’amministrazione di Alessandria.

Non è mancato il  supporto dei fan di ALEcomics, infatti proprio sul gruppo di Cosplay Italian Community, ci siamo imbattuti in varie richieste di supporto e Satyrnet non si è tirato indietro. Si aspetta il supporto di tutti, ovviamente nel rispetto delle buone e civili maniere. E chissà che entro la fine della giornata non venga data la fatidica risposta.

Qui trovate la petizione da firmare: change.org/p/comune-di-alessandria-salviamo-alecomics…campaign=share_petition; per info: http://www.alecomics.it/https://www.facebook.com/alecomics/

Vi riportiamo anche la replica di Gianfranco Cuttica Sindaco di Alessandria a Radio Gold.

Maria Merola
Latest posts by Maria Merola (see all)

Categories:   Eventi

Comments

 

 

No, thanks!