Satyrnet.it

Ace Of Hearts di Shiru Midoriiro

Arriva in fumetteria e libreria, il primo volume di “Ace Of Hearts”, lo Shonen Manga che segna il debutto della giovanissima Shiru Midoriiro. Una storia dai tratti sovrannaturali ambientata in un collegio in epoca pseudo-vittoriana ma con diverse misteriose componenti ispirate all’antico Egitto. È narrata da Vanil: un personaggio che non è il protagonista della vicenda, ma vi assiste da molto vicino. Ed è attraverso la sua voce che il lettore viene accompagnato a scoprire i tanti segreti che si celano nel collegio di Old Mess.

La storia inizia quando i giovani Lian e Noha si intrufolano in un collegio, non avendo più un luogo in cui stare. Lian è dovuto fuggire dopo un misterioso attacco nella magione in cui abitava, mentre Noha sembra non abbia mai avuto una casa. Il collegio è gestito da Monsieur Kimmer, un misterioso uomo che decide di accogliere i due ragazzi nel proprio istituto. Così comincia la nuova vita di Lian e Noha nel collegio, ma la tranquillità non è destinata a durare. I due ragazzi, infatti, sono dei “sindromati”, ovvero posseggono particolari capacità che li rende ricercati dall’esercito. Come se non bastasse, la sindrome di Lian è molto rara, e il ragazzo fatica a controllarla, finendo per creare caos all’interno dell’istituto arrivando perfino a danneggiare la salute di un ragazzino. Eppure, nonostante ciò, Monsieur Kimmer sembra intenzionato a mantenere il segreto. Quale sarà il suo scopo? E come mai Lian attira così tanto l’interesse del misterioso Leroi, nipote di Kimmer? E qual è la vera natura della sindrome di Lian

L’autrice racconta:

“Ho sempre avuto un certo gusto per il mistero e per il macabro, per questo ho cercato di creare delle vere e proprie creature terrificanti, ispirate ad alcuni animali sacri agli antichi egizi. L’atmosfera inquietante e sospetta è l’ambientazione perfetta per imprimere un messaggio nelle menti altrui. Dietro a una storia del tutto inventata, si cela comunque un messaggio importante e attuale: mai dimenticare gli stermini che si sono susseguiti nel tempo nei confronti di persone innocenti, ingiustamente accusate di essere “diverse”. Quello che ho creato è stato un mondo diviso in due parti: da un lato gli umani, le guardie, lo Stato, che non fanno altro che fronteggiare il “nemico”, nonché i “sindromati”, così chiamati perché il fatto di ospitare una divinità egizia nel loro cuore, talvolta sanguinaria, è spesso definito come una maledizione, una sorta di sindrome. Queste due parti però non hanno ragione: nessuna delle due. Una si difende dall’altra, e viceversa. Qualcuno lo fa per vivere, qualcun altro per sopravvivere. Sta al nostro narratore, però, rivelarci chi è che possiede l’asso di cuori, quella carta che porrà fine all’inferno di una guerra in corso da millenni.”

Shiru Midoriiro nasce nel sud Italia nel 2003, e sin da bambina si appassiona al mondo dei manga e degli anime, cosa che la porta a studiare da autodidatta parallelamente alla scuola, raggiungendo ottimi risultati in pochissimo tempo. All’età di soli 15 anni firma il suo primo contratto con un editore, e nello stesso anno inizia a realizzare da sola un suo anime su Youtube. Ace Of Hearts è la sua prima opera in più volumi, edita da Shockdom.

Enrico Ruocco

Enrico Ruocco

Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE.
In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET.
Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI. Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO…
Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.

Aggiungi commento

Invia il tuo articolo

La nostra pagina facebook

Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti