Bia, la Sfida della magia (魔女っ子メグちゃん Majokko Megu-chan) è un anime di genere Shojo realizzato in Giappone nel 1974, per conto della Toei Animation, in Italia viene trasmessa all’inizio degli anni 80 sulle reti locali e nazionali, il suo autore è Makiko Narita, autrice anche della versione Manga, edito in Italia dalla East Press. La serie è composta per un totale di 72 episodi, in Italia 8 non sono mai stati trasmessi ne doppiati perché le puntate erano considerate per l’epoca un po’ troppo crude, infatti affrontavano temi come il suicidio e la violenza.

Sulla terra senza che noi c’è ne accorgiamo, è in atto una selezione per eleggere chi diventerà la futura regina delle streghe, il loro regno si trova su un altro pianeta; le candidate sono Bia e Noa, due giovani streghe che si confronteranno ogni giorno per ottenere l’importantissimo titolo; entrambe le ragazze dovranno compiere un periodo d’apprendistato, il quale serve per affinare le arti magiche e non solo. Bia e Noa per mimetizzarsi al meglio vengono affidate a due famiglie di streghe che per amore si sono traferite sulla terra; Bia finisce a casa di sua madre Mami, che ha messo su famiglia, ha sposato un terrestre e ha avuto due figli, ed è una famiglia felice, la madre fa un incantesimo perché risulti che Bia sia lo loro primogenita; Noa invece va a vivere con Kilia, che però vive un matrimonio infelice, la quale fa notare e mette in evidenza tutti i lati negativi degli esseri umani. Entrambe le ragazze fanno fatica ad abituarsi al nuovo stile di vita, e per mimetizzarsi al meglio entrambe le ragazze frequentano la scuola. Bia è una ragazza solare, mentre Noa è molto oscura, con questa contrapposizione di carattere nasce una lotta per diventare regina ed avere il dominio assoluto delle streghe; entrambe le ragazze hanno un ciondolo all’apparenza di natura di poco conto, ma che senza di essi le due sfidanti non hanno alcun potere magico. Per giudicare al meglio le due candidate ragazze, la Regina delle streghe manda un suo agente Ciosa, il suo compito è quello di sorvegliare le ragazze per poi mandare dei rapporti alla regina, mostra dei favoritismi per Noa, il suo altro compito è quello di assegnare dei punti alle ragazze quando ottengono dei risultati e le varie sfide. Ciosa è maldestro ed inaffidabile, sabota continuamente il percorso formativo di Bia, nel sporco tentativo di liberarsi della sua presenza fastidiosa; continua ad intralciare Bia in qualunque modo, come spiandola ripetutamente, fa di tutto per renderla ridicola, e non li va a genio di dover fare da tramite con il mondo delle streghe. Le ragazze dovranno sostenere varie prove, le quali verrà dato un punteggio, compito di Ciosa, e vincerà chi avrà il punteggio più alto e completare l’addestramento.

La storia si avvicenda con le varie prove che devono sostenere, problemi vari come ad esempio la scuola e con le varie vicissitudini della vita. Man mano che la storia si evolve, Bia riesce a capire l’importanza di alcuni valori umani, come la famiglia, l’amicizia e l’amore, invece Noa all’inizio fa molta difficoltà ad adattarsi e non riesce ad avere una buona capacità d’adattamento e fa fatica ad imparare. Nonostante i continui favoritismi di Ciosa e di Kilia contro Bia a favore di Noa per farla avvantaggiare, Noa si dimostra una rivale molto capace e leale, prediligendo di vincere con le sue sole forze piuttosto che con l’inganno. Dopo un po’ di tempo le due ragazze dimostrano di collaborare bene tra di loro e si aiutano l’un l’altra, riuscendo così a smascherare ogni volta Ciosa e i suoi due aiutanti un corvo e un gatto. Ma ad un certo punto Noa, che ha ancora problemi di adattamento, si è demoralizzata e decide di lasciare il trono a Bia, ma a Bia non vuole che venga fuori che Noa vuole lasciare la competizione, perché se la cosa venisse ufficializzata la decisione di Noa perché le spetterebbe una punizione, così Bia cerca di spronarla riaccendendo la loro “rivalità” proponendoli una sfida, e così riparte la sfida per il trono.

Il bello di tutto questo è che si pensa che alla fine del loro apprendistato si decida chi debba salire al trono per diventare regina, ma a dispetto di tutte e attese, non terminano il loro apprendistato e finiscono per rimanere sulla terra oltre il tempo stabilito, ma colpo di scena ulteriore per volontà della stessa Regina. In parole povere tutto un casino per ottenere nulla, non si è deciso niente, non si sa chi prenderà il posto di Regina delle streghe, in pratica la serie finisce come è iniziata, Bia e Noa vivono sulla terra come normali adolescenti umane.

Natascia Zampella

Natascia Zampella

adoro gli anime e manga fin da quando ero bambina, con gli anni ho ampliato le mie passioni come il cosplay, i comics, i film horror e la letteratura noir e horror e i videogiochi.
sono curiosa a 360 gradi e do il massimo in quello che mi appassiona
Natascia Zampella

Latest posts by Natascia Zampella (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *